"Devi pagarci il telefonino", "ritira la denuncia", minacciato straniero: tre arresti

L'episodio si è verificato, lo scorso marzo, in Piazza della Repubblica. Ieri, invece, sono scattate le manette ai polsi da parte dei carabinieri

Due uomini di 24 e 30anni di Eboli sono stati arrestati dai carabinieri con l’accusa di tentata estorsione. Entrambi , lo scorso 10 marzo, avrebbero aggredito e minacciato con un coltello un cittadino di nazionalità bulgara mentre passeggiava in strada con la moglie e la figlia. Quest’ultimo era finito nel mirino per il mancato pagamento di un telefonino.  Il 24enne è stato sottoposto agli arresti domiciliari, mentre il 30enne è finito dietro alle sbarre del carcere.

La minaccia

Non solo. Ma i carabinieri hanno notificato il divieto di dimora in città  ad un ragazzo di 27 anni eboliano, G.C le sue iniziali, per il reato di violenza privata. Quest’ultimo, il giorno dopo l’agguato, si presentò davanti al cittadino bulgaro e alla moglie minacciando entrambi affinchè ritirassero la denuncia sporta nei confronti del 24enne e del 30enne. Determinanti, per le indagini, le immagini registrate dal sistema di videosorveglianza presenti nella zona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Striscia la Notizia a Salerno: pazienti oncologici rinunciano agli esami per il blocco delle convenzioni

  • Si schianta con l'auto contro un albero: morta la 24enne di Auletta

  • Festa dell'Immacolata: non c'è il pienone in Campania, l'allarme dell'Abbac

  • La banda dell'Audi: è caccia ai ladri che svaligiano case di Salerno e provincia

  • Piazza della Libertà, i lavori saranno completati dalla "Rcm" di Rainone

  • “Si è spento serenamente”, ma l'uomo è vivo: Sarno tappezzata di "falsi" manifesti

Torna su
SalernoToday è in caricamento