L'Afrobeat sbarca a Salerno, tutti pazzi per la musica di Ehiz Lenz

Stanno riscuotendo notevole successo, le due canzoni dell'artista da poco approdate su Youtube ma già popolari non solo tra numerosi stranieri residenti nel nostro territorio, ma anche tra molti italiani

Ehiz Lenz

Dall'Africa all'Italia, con la musica negli occhi e nel cuore: tanta curiosità per i brani di Ehiz Lenz (nella vita Samson Isibor), giovane cantautore nigeriano che, a Salerno, ha trovato la sua seconda casa. Stanno riscuotendo notevole successo, infatti, le due canzoni dell'artista da poco approdate su Youtube ma già popolari non solo tra numerosi stranieri residenti nel nostro territorio, ma anche tra molti italiani. Cantando e rappando su basi elettroniche, infatti, Ehiz Lenz ha portato l'Afrobeats anche a Salerno, sognando un giorno di potersi dedicare interamente alla musica.

Due, per ora, i brani scritti e interpretati dal promettente talento: Jealousy e My wifey. Il primo punta i riflettori sull'invidia che troppo spesso divide le persone e sull'importanza di andare avanti sempre, senza lasciarsi scoraggiare da niente e nessuno. L'ultimo, My wifey, parla di amore e della donna dei suoi sogni, con un ritmo coinvolgente, difficile da dimenticare. "La musica è tutto per me: c'è stata nei miei momenti più belli e in quelli più difficili", ha sottolineato Ehiz Lenz. E' possibile, dunque, ascoltare i suoi brani sul canale Youtube: Ehizlenz Ehiz lenz

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Striscia la Notizia a Salerno: pazienti oncologici rinunciano agli esami per il blocco delle convenzioni

  • Si schianta con l'auto contro un albero: morta la 24enne di Auletta

  • Festa dell'Immacolata: non c'è il pienone in Campania, l'allarme dell'Abbac

  • La banda dell'Audi: è caccia ai ladri che svaligiano case di Salerno e provincia

  • Piazza della Libertà, i lavori saranno completati dalla "Rcm" di Rainone

  • “Si è spento serenamente”, ma l'uomo è vivo: Sarno tappezzata di "falsi" manifesti

Torna su
SalernoToday è in caricamento