Emergenza caldo, sullo stivale e al Sud arriva Nerone

L'ennesimo anticiclone porterà temperature "sahariane" su gran parte dello stivale, sulla Campania e anche in provincia di Salerno: emessi avvisi di criticità

Immagine di repertorio

Continua l'emergenza caldo su gran parte dello stivale, in Campania e anche in provincia di Salerno. A breve sarà la volta di Nerone, l'ennesimo anticiclone che porterà afa nei primi giorni di questa settimana, almeno sino alla serata di mercoledì. Le massime, domani, potranno anche superare localmente i 38 gradi. Le temperature tenderanno a diminuire gradualmente, da mercoledì sera, per raggiungere, nella giornata di giovedì, i 32-33 gradi.

Il Centro funzionale della Protezione civile regionale ha già emesso una proroga dell'avviso di criticità e la Sala Operativa Regionale ha provveduto quindi ad invitare i sindaci e gli enti competenti a mantenere le procedure di propria pertinenza relative alla vigilanza per le fasce fragili della popolazione.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Domani a Campagna i funerali dello studente morto all'Unisa

    • Cronaca

      De Luca agli studenti: "Chi fa uso di droga non merita di vivere"

    • Cronaca

      Attentato a Manchester, il racconto di Gigi Cassandra: "Sto bene, non ho sentito l'esplosione"

    • Cronaca

      Anno scolastico 2017-2018: ecco il nuovo calendario regionale

    I più letti della settimana

    • Tragedia all'Università, giovane precipita dalla rampa di scale della Biblioteca e muore

    • Si schianta con la moto contro un'auto a Battipaglia: muore Maria Rosaria Santese

    • Domani a Campagna i funerali dello studente morto all'Unisa

    • Battipaglia, dolore e sgomento per la morte di Maria Rosaria

    • Si spara all'addome in via Leucosia: grave vigile urbano di Salerno

    • Studente precipita e muore all'Unisa, Tommasetti: "Un minuto di silenzio all’inizio di tutte le attività"

    Torna su
    SalernoToday è in caricamento