Battipaglia: acquista confezioni di un potente antidolorifico falsicando le prescrizioni, denunciata

Le indagini dei carabinieri di Battipaglia sono partite a seguito della denuncia di una dottoressa in servizio presso la Guardia Medica di Bellizzi che si è accorta che qualcuno stava usando in modo fraudolento il suo timbro

Ha acquistato numerose confezioni di un costoso medicinale, con ricette false della guardia medica, ma non l'ha passata liscia. E' stata denunciata per falso e truffa ai danni del Servizio Sanitario Nazionale, una battipagliese, G.B.M. le sue iniziali, ex modella classe '79.

Il caso

Le indagini dei carabinieri di Battipaglia sono partite a seguito della denuncia di una dottoressa in servizio presso la Guardia Medica di Bellizzi che si è accorta che qualcuno stava usando in modo fraudolento il suo timbro, il suo codice medico e, al contempo, stesse spacciando una sorta di scarabocchio per la sua firma, al fine di acquistare nelle farmacie tra Bellizzi e Pontecagnano Actiq 1600, potente antidolorifico a base oppiacei, vendibile solo tramite prescrizione, la cui confezione singola costa attorno ai 240 euro. Acquistandolo con la prescrizione, invece, il farmaco risulta gratuito in quanto a carico del Servizio Sanitario.

Le indagini

Sono stati gli stessi farmacisti, ad allertare la dottoressa, insospettiti dall'ingente richiesta del medicinale. Così, il medico, dopo aver acquisito copia delle ricette, poi sequestrate, si è rivolta ai carabinieri che, tramite codice fiscale, hanno denunciato la responsabile, con problemi di dipendenza da stupefacenti. A casa della battipagliese, sono stati trovati due timbri dell'Asl distretto 65 di Bellizzi e due confezioni del farmaco: il tutto è stato sequestrato, mentre procedono gli accertamenti per verificare casi di truffa analoghi.

Potrebbe interessarti

  • Salerno: 5 locali perfetti per trascorrere una serata in riva al mare

  • "Aiuto, la strada è infestata dai serpenti": allarme dei residenti a Calata San Vito

  • Invasione di insetti rossi a Salerno: la gente scappa dal lungomare

  • Il mare più bello d'Italia è quello di Pollica e del Cilento Antico: parola di Legambiente e Touring Club

I più letti della settimana

  • "Do 1000 euro a chi restituisce il cellulare alla mamma di Alessandro": l'appello di un nostro lettore

  • Dramma a Nocera, precipita dal tetto di una scuola: muore operatore

  • Salerno: 5 locali perfetti per trascorrere una serata in riva al mare

  • "Aiuto, la strada è infestata dai serpenti": allarme dei residenti a Calata San Vito

  • Festeggiano il matrimonio in un ristorante ma non pagano il conto: neo sposini nei guai

  • Salerno, i Nas chiudono laboratorio di analisi: sequestri anche in provincia

Torna su
SalernoToday è in caricamento