menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Liceo Tasso, studenti falsificano le firme dei genitori per evitare le interrogazioni

A scoprire le ripetute anomalie è stata la dirigente scolastica Carmela Sant'Arcangelo che, adesso, ha deciso di usare la linea dura imponendo la presenza sul posto dei genitori per ogni richiesta di uscita

Falsificavano le firme dei genitori per uscire prima da scuola ed evitare le interrogazioni. È quanto scoperto dalla dirigente scolastica del liceo classico Tasso, dove – riporta Il Mattino - da un po’ di tempo le interruzioni della normale giornata di lezione in classe sembrano essere diventate una consuetudine per una parte di studenti. Tante, troppe, le richiede di uscite in anticipo, i permessi speciali con le più disparate motivazioni, corredate da firma o comunicazione scritta, a insaputa del genitore. 

Una situazione che ha spinto la presidente Carmela Sant’Arcangelo ad utilizzare la linea dura imponendo la presenza sul posto dei genitori degli alunni, per ogni richiesta di uscita in anticipo durante il normale orario scolastico. 
 

Potrebbe interessarti

Commenti

    Più letti della settimana

    • Cronaca

      Scatta l'allarme evacuazione: paura al centro commerciale "Le Bolle"

    • Cronaca

      Vip in Costiera, Moggi e Fico "paparazzati" a largo di Cetara

    • blog

      Suicidio sul Carmine, commerciante si lancia dal balcone

    • Cronaca

      Salerno: per Virgilio il nostro lungomare è tra i più belli d'Italia

    Torna su