Non si fermano all'alt, nel bagagliaio un motore d'auto: marocchini arrestati

Quattro uomini, alcuni dei quali residenti a Salerno, sono stati ammanettati dai militari a Cerignola, in provincia di Foggia. Sono incensurati, tutti regolari sul territorio nazionale

Quattro cittadini marocchini di età compresa tra i 21 e i 40 anni, incensurati, tutti regolari sul territorio nazionale, residenti nelle province di Foggia, Avellino e Salerno, sono stati arrestati dai carabinieri a Cerignola al termine di un pericoloso inseguimento. Sono accusati di resistenza a pubblico ufficiale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I fatti

Mentre percorrevano via Manfredonia a bordo di una Lancia Lybra di proprietà di uno di loro, non si sono fermati all'alt dei militari, che intendevano sottoporli ad un controllo, fuggendo a forte velocità. Infine hanno abbandonato l'auto, proseguendo a piedi nelle campagne, dove però sono stati raggiunti e bloccati. All'interno del bagagliaio dell'auto abbandonata i militari hanno trovato un motore di auto, sequestrato per accertarne la provenienza. I quattro, dopo la convalida dell'arresto, sono stati scarcerati in attesa del processo.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Richiamato per la mascherina abbassata, reagisce male: uomo bloccato a Salerno

  • Covid-19, sono 6 i nuovi casi positivi in Campania: 1 contagio ad Eboli

  • Pastena, palpeggiata nelle parti intime mentre torna a casa: indagini in corso

  • Covid-19: oggi solo lo 0,09% dei tamponi positivi, 2 nuovi contagi all'ospedale di Eboli

  • Covid-19, in lieve aumento i contagi nel salernitano: i dati provinciali

  • Covid-19, nuovo caso positivo a Battipaglia: l'appello della sindaca

Torna su
SalernoToday è in caricamento