Mercato San Severino, il Castello Medievale e il Convento dei Frati cambiano volto

Soddisfatto il sindaco Somma: "Abbiamo immediatamente sottoscritto lo schema di convenzione che regola i rapporti tra la Regione ed il Comune per l’avvio e l’esecuzione dei lavori"

Il castello medievale

Tre milioni e centosettantamila euro di fondi europei dalla Regione Campania per i progetti riguardanti tre eccellenze del territorio di Mercato San Severino: il Castello Medievale nel Parco Naturalistico Archeologico Regionale dei Sanseverino, il restauro e la valorizzazione del complesso archeologico di San Marco a Rota ed il restauro e la musealizzazione del Convento dei Frati Minori a Sant' Antonio.

Il restyling

Il progetto complessivo, suddiviso nei tre lotti, è stato rimodulato dall’amministrazione comunale nell’ottobre scorso. Le somme assegnate sono finalizzate al completamento di interventi e lavori per la fruizione turistico-culturale, suddivise, in base al piano finanziario contenuto nel provvedimento dirigenziale della nostra area tecnica di novembre, appunto in tre lotti di lavori: il primo da 1 milione e centosessantasette mila euro, il secondo da ottocento sedicimila euro, il terzo da 1 milione e centottanta quattromila euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il commento

Soddisfatto il sindaco Antonio Somma che spiega: “Abbiamo immediatamente sottoscritto lo schema di convenzione che regola i rapporti tra la Regione ed il Comune per l’avvio e l’esecuzione dei lavori, e ciò dimostra quanta voglia ci sia di procedere con speditezza e determinazione. Per San Marco a Rota - aggiunge - mi preme sottolineare che hanno avuto inizio ad ottobre gli scavi presso il complesso archeologico, a Curteri, grazie ad un protocollo di intesa sottoscritto dal Comune con l’Istituto Diocesano per il sostentamento del clero ed il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Salerno, che si occupa della attuazione del progetto. Trattasi di attività di scavo di una villa romana. L’ammissione a finanziamento - conclude il sindaco - rappresenta un risultato di prestigio per l’intera Comunità, che getta concretamente le basi a favore di un futuro roseo, per la adeguata valorizzazione e la fruizione delle eccellenze storico-artistico-architettoniche del nostro territorio comunale, che esaltano la memoria ed il passato glorioso della città”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpresa in Costiera, "Fratacchione" Fazio in vacanza ad Amalfi

  • Coronavirus, 27 nuovi contagi in Campania: il bollettino

  • Torna lo spettro del Covid-19 a Salerno città, la denuncia del Comitato San Francesco e l'appello di Polichetti

  • Covid-19: 5 nuovi contagi in Campania, i dati del bollettino

  • "Non mi dai da bere? Ti accoltello": un arresto a Torrione, beccato anche uno spacciatore

  • Incidente mortale nella notte, Cava: giovane centauro perde la vita

Torna su
SalernoToday è in caricamento