Moglie di un ex senatore di Nocera denuncia il Comune per le condizioni della strada

Vittima di un incidente la moglie di Antonio Guerritore, ex senatore di Nocera Inferiore, caduta in strada mentre passeggiava. Ma le richieste di risarcimento abbondano

Foto d'archivio

Querelle tra il Comune di Nocera Inferiore e la moglie dell'ex senatore, Antonio Guerritore. Tutto per via di un incidente, oggetto di un contenzioso, con il Comune citato in giudizio. L'udienza di discussione è stata fissata per il prossimo 24 settembre

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'incidente

Vittima di un incidente la moglie di Antonio Guerritore, ex senatore di Nocera Inferiore, caduta in strada mentre passeggiava. La causa sarebbe da attribuire al manto stradale sconnesso. Lo stesso è accaduto ad un noto professionista, giorni prima. Sarebbe inciampata su di una mattonella. Ma gli episodi in tal senso sono stati diversi, con le richieste di risarcimento prodotte ed inviate al Comune per cause legate alla manutenzione delle strade sempre più numerose. Lo stesso vale per le automobili, che finiscono con i pneumatici danneggiati a causa delle buche in strada. Basti pensare che lo scorso inverno, a causa delle piogge fitte, diversi automobilisti finirono nello stesso giorno all'interno di una buca, situata lungo una strada di periferia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, sospende il pagamento dell'affitto per gli inquilini in difficoltà: il bel gesto di una cittadina di Baronissi

  • Coronavirus: nuovi contagi a Baronissi e a San Valentino Torio, Valiante dà il nome

  • Coronavirus: contagiato anche un imprenditore a San Severino, parla il sindaco

  • Non risponde ai vicini: vigili del fuoco e carabinieri in via Dei Principati

  • Covid-19, morto anziano a San Marzano sul Sarno: il cordoglio del sindaco

  • Coronavirus: nuovi contagi a Nocera e Fisciano

Torna su
SalernoToday è in caricamento