Apre centro diurno per anziani: c'è l'intesa tra l'Asl e il Comune di Piaggine

L'obiettivo del progetto è erogare servizi socio-sanitari-assistenziali e completare l’offerta sanitaria con servizi di tipo semi-residenziale

Realizzare un centro diurno per anziani: c’è l'intesa tra l’Asl di Salerno e il Comune di Piaggine. Gli uffici sanitari di via Nizza, infatti, hanno aderito al progetto con una delibera, adottata nella seduta del 15 gennaio e pubblicata sull’Albo pretorio.

I dettagli

Il progetto promosso dall’Amministrazione Comunale, sottoscritto dal sindaco di Piaggine Guglielmo Vairo e dal Commissario Straordinario dell’Asl Mario Iervolino, ha come obiettivo l’erogazione di servizi socio-sanitari-assistenziali e mira a completare l’offerta sanitaria con servizi di tipo semi-residenziale, grazie alle competenze specifiche ed al supporto che sarà fornito dell’Azienda Sanitaria. Il centro diurno, l’unico nel Distretto Sanitario N.69 (Capaccio-Roccadaspide), sarà aperto in locali di proprietà del Comune, situati in Piazza Caduti sul Lavoro, che verranno ristrutturati e riqualificati grazie a fondi che saranno erogati dalla Regione Campania, nell’ambito della  Programmazione della Regione Campania 2014-2020 relativa a interventi finalizzati all’introduzione, miglioramento ed espansione dei servizi di base a livello locale per la popolazione rurale.

Il Comune, in questo modo, ha voluto potenziare la collaborazione con altri enti pubblici che operano sul territorio per favorire la cooperazione nell’ambito di progetti di sviluppo territoriale. L’Asl Salerno - nelle persone del Direttore Responsabile del Distretto Sanitario n. 69,  Giuseppina Arcaro e del Commissario Straordinario Mario Iervolino, cui va riconosciuta grande sensibilità e attenzione -  ha accolto con favore l’iniziativa del comune cilentano, anche per l’effettiva carenza di questo specifico servizio per i pazienti della terza età. “Una volta finanziato e portato a regime - fanno sapere dal Comune -  la struttura costituirà anche occasione di lavoro per diversi giovani del territorio, che offriranno un’assistenza certificata a tanti anziani oggi assistiti a domicilio. La realizzazione di questo progetto, è un ulteriore tassello che mira a superare il gap infrastrutturale rispetto alle aree non rurali e la scarsa offerta di servizi nel settore socio-sanitario. In questo modo si cercherà di arginare il processo di spopolamento e senilizzazione avviato ormai da qualche decennio nelle aree, non solo interne, del territorio cilentano migliorandone e potenziandone i servizi socio assistenziali”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma tra le due Nocera, giovane geometra si toglie la vita

  • Eboli, sequestrata una macelleria: il proprietario tenta di aggredire i carabinieri

  • Ultras Salernitana a lutto: è morto Antonio Liguori

  • Roccadaspide, raccoglie castagne cadute sulla strada: minacciato con un'ascia per il "furto"

  • Settecentomila lettere in partenza dall'Agenzia delle Entrate

  • Allaccio abusivo all'energia elettrica: torna libero il titolare del "Giardino degli Dei"

Torna su
SalernoToday è in caricamento