"Una pianta per ogni regione": in Campania trionfa la Primula Palinuri, l'iniziativa

L'iniziativa è stata promossa dalla Società Botanica Italiana, coordinata da Lorenzo Peruzzi, professore di Botanica sistematica presso il Dipartimento di Biologia dell’Università di Pisa e Direttore dell’Orto e Museo Botanico

Rappresentare ogni regione con una pianta: questo l'intento dell'iniziativa promossa dalla Società Botanica Italiana, coordinata da Lorenzo Peruzzi, professore di Botanica sistematica presso il Dipartimento di Biologia dell’Università di Pisa e Direttore dell’Orto e Museo Botanico. A votare, come una vera e propria elezione rappresentativa, sono stati oltre 500 appassionati ed esperti botanici da tutta Italia, che hanno scelto le piante vincitrici a partire da una rosa di candidature, con un meccanismo per certi versi simile a quello delle primarie.

La primula

I risultati verranno presentati il prossimo 7  dicembre nel corso di una giornata di studio dal titolo “La flora in Italia: stato delle conoscenze, nuove frontiere, divulgazione”, organizzata dalla Fondazione per  la Flora Italiana e dalla Società Botanica Italiana, ma sono già stati resi noti. Per la Campania, in particolare, con il 36% dei voti, trionfa la Primula Palinuri. Si tratta di una bellissima primula costiera a fiori gialli, che cresce su rupi a  picco sul mar Tirreno, endemica delle coste tra Campania meridionale e Calabria settentrionale e già parte del logo del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano. Curiosità.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente a Baronissi: morto un 21enne, un arresto per guida in stato di ebbrezza

  • Agropoli, rubata la salma di Pasquale Picariello: familiari sotto choc

  • Incidente mortale a Baronissi, il ragazzo che guidava interrogato dal gip: "Non ricordo nulla"

  • Via Pietro del Pezzo: rissa in pizzeria, intervengono i carabinieri

  • Delitto di Baronissi, l'imputato "cosciente ma con disturbi della personalità"

  • Droga tra Agro e Irno, 14 arresti: uno dei fornitori vicino al clan Fezza - D'Auria

Torna su
SalernoToday è in caricamento