Ravello, schiamazzi notturni: intervengono il prete e il sindaco

La patria del turismo d'elite e piazza Vescovado sono diventati terra di nessuno: urla, bottiglie lasciate in strada. Il prete ha alzato la voce e il primo cittadino ha convocato i titolari di cinque esercizi commerciali

Ravello

Lotta ai "nottambuli". A Ravello, La patria del turismo d'elite, piazza Vescovado è diventata terra di nessuno: urla, bottiglie lasciate in strada. Il prete Don Angelo Mansi ha alzato la voce e il primo cittadino, Salvatore Di Martino, ha convocato i titolari di cinque esercizi commerciali. Lo scrive il sito ilvescovado.it. L'ultima notte di bagordi ha vissuto il suo culmine tra le ore 2 e le 3, protagonista un gruppo di stranieri ubriachi. Il sindaco è corso ai ripari convocando d'urgenza i titolari dei cinque bar della piazza. Insomma una sorta di "state buoni, se potete", un richiamo verbale al quale potrebbe fare seguito una diffida oppure una multa salatissima, se lo schiamazzo notturno dovesse nuovamente turbare la quiete dei residenti.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi concorso Regione Campania: ecco gli idonei alla prima fase

  • Pioggia e vento, nuova allerta meteo in Campania: ecco le previsioni

  • Angri, investito da un treno mentre raggiunge il binario: grave studente

  • Incidente sulla Cilentana, muore Francesco Farro: donati gli organi

  • Incidente in litoranea ad Eboli, auto investe una donna: è morta

  • Travolta da un bus mentre attraversa la strada a Milano: grave maestra salernitana

Torna su
SalernoToday è in caricamento