Ravello, schiamazzi notturni: intervengono il prete e il sindaco

La patria del turismo d'elite e piazza Vescovado sono diventati terra di nessuno: urla, bottiglie lasciate in strada. Il prete ha alzato la voce e il primo cittadino ha convocato i titolari di cinque esercizi commerciali

Ravello

Lotta ai "nottambuli". A Ravello, La patria del turismo d'elite, piazza Vescovado è diventata terra di nessuno: urla, bottiglie lasciate in strada. Il prete Don Angelo Mansi ha alzato la voce e il primo cittadino, Salvatore Di Martino, ha convocato i titolari di cinque esercizi commerciali. Lo scrive il sito ilvescovado.it. L'ultima notte di bagordi ha vissuto il suo culmine tra le ore 2 e le 3, protagonista un gruppo di stranieri ubriachi. Il sindaco è corso ai ripari convocando d'urgenza i titolari dei cinque bar della piazza. Insomma una sorta di "state buoni, se potete", un richiamo verbale al quale potrebbe fare seguito una diffida oppure una multa salatissima, se lo schiamazzo notturno dovesse nuovamente turbare la quiete dei residenti.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di casa e sparisce nel nulla: imprenditore trovato morto a Colliano

  • Sta per aprire "Mizzica": degustazioni siciliane nel centro di Salerno

  • Pioggia di multe per i clienti dei negozi a Scafati: scoppia la rivolta dei commercianti

  • Uccisa e abbandonata a Salerno, 18 anni di carcere per l'assassino di Mariana

  • Suicidio a Campagna, 31enne si toglie la vita: comunità a lutto

  • "E' il tuo turno? Non mi interessa: ti ricevo dopo": sgarbo e razzismo all'Asl di San Severino

Torna su
SalernoToday è in caricamento