Mazzetta di 10mila euro per vincere l'appalto: arrestati imprenditore e tre funzionari in Cilento

Accusati di istigazione alla corruzione, in concorso tra loro. Indagini scattate dopo la denuncia del responsabile dell'ufficio tecnico del Comune di Pollica. L'imprenditore ambiva all'aggiudicazione della gara per il rifacimento della rete fognaria

Foto archivio

Voleva aggiudicarsi la gara per il rifacimento della rete fognaria a Pollica e per ottenere l'appalto avrebbe tentato di corrompere il responsabile dell'ufficio tecnico del comune che ha denunciato tutto ai Carabinieri. Con l'accusa di istigazione alla corruzione, in concorso tra loro, sono finiti in manette un imprenditore di Vallo della Lucania e tre funzionari pubblici.

Le indagini e il blitz

L'imprenditore indagato, per facilitare l'aggiudicazione della gara alla propria ditta, avrebbe anche suggerito al funzionario comunale il nome di commissari di gara, indicati in un successivo momento. Per il procuratore capo, Antonio Ricci, i tre si sarebbero mostrati "consapevoli della proposta corruttiva dell'imprenditore". Infatti, per la nomina dei commissari di gara, al responsabile dell'ufficio tecnico del Comune di Pollica, sarebbero stati promessi 10 mila euro in contanti da corrispondere, poi, al momento della nomina della commissione composta da funzionari ritenuti compiacenti, a garanzia del buon esito della gara. I militari dell'Arma, coordinati dal capitano Mennato Malgieri, hanno ricostruito quello che oggi e' diventato l'impianto accusatorio anche grazie ad un'articolata attivita' tecnica di intercettazioni. Stamane, mentre era in corso l'esecuzione dell'ordinanza di custodia cautelare, i Carabinieri hanno eseguito in 26 Comuni del circondario del tribunale di Vallo della Lucania un decreto di acquisizione di atti e documenti per verificare la regolarita' delle gare d'appalto svolte in passato e quelle in corso.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Agropoli, rubata la salma di Pasquale Picariello: familiari sotto choc

  • Incidente mortale a Baronissi, il ragazzo che guidava interrogato dal gip: "Non ricordo nulla"

  • Dramma tra le due Nocera, giovane geometra si toglie la vita

  • Via Pietro del Pezzo: rissa in pizzeria, intervengono i carabinieri

  • Delitto di Baronissi, l'imputato "cosciente ma con disturbi della personalità"

  • Eboli, sequestrata una macelleria: il proprietario tenta di aggredire i carabinieri

Torna su
SalernoToday è in caricamento