Sbarco di migranti a Salerno: approdate 545 persone, diversi casi di scabbia

In prima fila nell'accoglienza, insieme alle forze dell'ordine, l'Ufficio Diocesano Migrantes, Migranti senza Frontiere, la Caritas, l'Humanitas ed altre associazioni di volontariato

Un momento dell'approdo

Approdano al Porto di Salerno 545 migranti, di cui 365 uomini, 174 donne e un minore, con la nave della Marina Militare, Chimera. Ad accogliere gli stranieri recuperati nel canale di Sicilia, forze dell'ordine, personale sanitario, associazioni di volontariato per garantire aiuto e cure ai rifugiati, per lo più somali ed eritrei, reduci da un viaggio da incubo.

In prima fila, l'Ufficio Diocesano Migrantes, Migranti senza Frontiere, la Caritas, la Protezione Civile, l'Humanitas ed altri gruppi di volontariato. Circa una cinquantina, secondo il piano della Prefettura, dovrebbero rimanere in Campania, mentre il resto dovrebbe essere trasferito in Piemonte, Lombardia, Liguria, nel Lazio, in Emilia Romagna e in Calabria. Sugli occhi dei migranti, quasi tutti senza scarpe, tanta stanchezza, ma allo stesso tempo, gioia per essere sopravvissuti. Oltre un centinaio, dalle prime indiscrezioni, i casi di scabbia, poi vi sono 5 donne in gravidanza e una partoriente.

Potrebbe interessarti

  • Maxi concorso della Regione Campania: come fare domanda

  • Grosso serpente sul lungomare di Salerno: l'appello dei cittadini

  • Sintomi, rimedi ed esercizi contro il dolore alla cervicale

  • Piano per rapinare un commerciante di Angri, ai domiciliari uno della banda

I più letti della settimana

  • Allerta meteo in Campania, le previsioni nel salernitano

  • Suicidio a Capaccio, 53enne si impicca con un foulard

  • Incidente sull'A2 del Mediterraneo, all'altezza di San Mango: 5 feriti di cui uno grave

  • Si accoltella alla gola e poi si lancia in un dirupo: soccorso giovane a Salerno

  • Lutto a Mercato San Severino: il giovane Enzo muore in un incidente in Abruzzo

  • Sorpresi a fare sesso sulla spiaggia, due turisti scambiati per residenti di Ravello

Torna su
SalernoToday è in caricamento