Traffico di droga a Scafati, tre in carcere: usato "virus spia" per le intercettazioni

Nell'ipotesi della procura, con indagini condotte sul campo dalla Squadra Mobile di Salerno, un traffico di ingenti quantitativi di droga, tra cocaina, hashish e marijuana

Traffico di droga a Scafati, un'indagine dell'Antimafia porta in carcere tre persone ed una ai domiciliari. La decisione del gip del tribunale, risalente a due giorni fa a seguito di un'udienza di convalida, si rifà ad un decreto di fermo che aveva coinvolto lo scorso venerdì, cinque persone. Per una di queste, vi è stata la scarcerazione in assenza di gravi indizi di colpevolezza, mentre per una quarta, la sostituzione del carcere con gli arresti domiciliari. Nell'ipotesi della procura, con indagini condotte sul campo dalla Squadra Mobile di Salerno, l'esisitenza un traffico di ingenti quantitativi di droga, tra cocaina, hashish e marijuana, con la contestazione dell'articolo 74.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'indagine

In carcere sono finiti soggetti noti alle forze dell'ordine, con almeno uno ritenuto vicino ad "ambienti della criminalità organizzata". Proprio partendo da lui, gli agenti di polizia hanno raccolto diversi elementi, con intercettazioni ambientali e telefoniche, ricostruendo un giro fatto di contatti e sodali, impegnati a trattare e vendere elevati quantitativi di stupefacente. Tra le accuse mosse dalla procura Dda, la cessione di un paio di chili di cocaina e la trattativa per ulteriori trenta di marijuana. Per uno degli indagati, la Mobile ha utilizzato un software spia, una sorta di virus, installato sul suo telefono, in grado di captare parole e movimenti del soggetto. Per almeno due degli indagati, ritenuti promotori materialmente della gestione del traffico di stupefacente, il gip ha ravvisato il pericolo di fuga. I due, in occasioni diverse, si sarebbero attivati per allontanarsi da Scafati durante le indagini della Dda. L'inchiesta è destinata a proseguire, allo scopo di individuare con esattezza il canale di approvvigionamento degli indagati, oltre che i destinatari di alcune partite di stupefacente, le cui trattative sono state registrate attraverso le intercettazioni. Giorni fa, il gip ha accolto parzialmente la richiesta della procura, disponendo un'ordinanza in carcere per tre persone, scarcerandone una quarta e sostituendo la misura del carcere con i domiciliari, per una quinta. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapertura dei ristoranti in Campania: la Regione pubblica il video

  • Giù dal quinto piano di casa, dramma a Nocera: muore ragazzo di 16 anni

  • Pastena, palpeggiata nelle parti intime mentre torna a casa: indagini in corso

  • Fiume Sele: dopo il lockdown, un'esplosione di colori e biodiversità

  • Rissa in pieno centro a Pontecagnano: un giovane in ospedale

  • Sparatoria in pieno centro cittadino, a Salerno: arrestato l'autore dei colpi

Torna su
SalernoToday è in caricamento