Sorpreso a spacciare dai domiciliari a Scafati: 20enne finisce in carcere

Il giovane era già finito nei guai, lo scorso mese di maggio, dopo aver esploso colpi di pistola contro l'abitazione della sua ex fidanzata a Pompei

Spacciava la droga nonostante fosse agli arresti domiciliari. Per questo un ventenne di Scafati, incensurato, è stato condotto in carcere dai carabinieri che, mercoledì sera, lo hanno sorpreso in strada in via Trieste. E così lo hanno subito bloccato chiedendogli spiegazioni.

Il blitz

La sua versione, però,  non è stata ritenuta credibile dei militari dell’Arma che, in poco tempo, lo hanno riaccompagnato a casa effettuato una perquisizione domiciliare, durante la quale hanno sequestrato diverse quantità di marijuana e crack, materiale per il confezionamento della droga e banconote. Non solo. Ma, nel corso dei controlli, hanno rinvenuto anche dei “pizzini” dove il giovane teneva segnalate le “ordinazioni” dei clienti. Inevitabile, per lui, il trasferimento nel carcere di Fuorni, a Salerno.

In precedenza

Lo stesso 20enne, nel mese di maggio, era stato già arrestato perché aveva esploso cinque colpi di pistola contro l’abitazione dell’ex fidanzata a Pompei.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma tra le due Nocera, giovane geometra si toglie la vita

  • Eboli, sequestrata una macelleria: il proprietario tenta di aggredire i carabinieri

  • Ultras Salernitana a lutto: è morto Antonio Liguori

  • Roccadaspide, raccoglie castagne cadute sulla strada: minacciato con un'ascia per il "furto"

  • Settecentomila lettere in partenza dall'Agenzia delle Entrate

  • Allaccio abusivo all'energia elettrica: torna libero il titolare del "Giardino degli Dei"

Torna su
SalernoToday è in caricamento