Nocera: 37enne si incatena davanti al Tribunale per vedere suo figlio

E' stato necessario l'intervento della polizia per farlo andare via. Verso le 11.30, la sentenza è stata notificata al suo legale. Adesso l'uomo potrà vedere il figlio due volte a settimana, una volta presso i servizi sociali ed un'altra in una ludoteca

M. A., 37enne di Nocera, è stato costretto dalla disperazione ad incantenarsi davanti al Tribunale. L'uomo, infatti, dallo scorso mese di ottobre era in attesa della sentenza che avrebbe dovuto concedergli di vedere il proprio figlio anche senza la presenza degli assistenti sociali.

La vicenda

La storia risale a circa 3 anni fa quando, dopo soli sei mesi dalla nascita del figlio, la moglie lo lasciò e, dopo una serie di vicende, lo denunciò per stalking. Stremato per non aver potuto passare le feste natalizie insieme al figlio, quindi, l'uomo ha deciso di incatenarsi davanti al tribunale. Sono dovute intervenire le forze dell'ordine per farlo andare via e, finalmente, verso le 11.30, la sentenza firmata 28 dicembre, è stata notificata al suo legale. Adesso l'uomo potrà vedere il figlio due volte a settimana, una volta presso i servizi sociali ed un'altra in una ludoteca. Si resta in attesa di una nuova sentenza, fissata per l'8 febbraio, dove Albani presenterà una nuova istanza per vedere il figlio con maggiori libertà.

Il commento

"Dopo essermi incatenato è stata emessa la sentenza - ha spiegato l'uomo attraverso i socialnetwork - Non so se sia un caso o altro, ma l'importante è che sia stata fatta e che potrò riabbracciare il mio piccolo A. in un luogo adatto ad un bambino e non piu' sempre in una stanza con gli assistenti sociali. Credo che oggi è stata scritta una pagina nera riguardo alla giustizia del nostro paese. Un padre costretto ad incatenarsi al tribunale per chiedere giustizia, e stranamente dopo un ora è stata emessa la sentenza che aspettava da mesi. Quel padre sono io, ed ora cosa dovrei consigliare agli altri padri che soffrono come me? - si chiede - Di incatenarsi anche loro? Assolutamente no, io ho fatto questo gesto estremo perchè esasperato, ma sono certo e mi auguro che quello che è accaduto stamattina faccia riflettere tutti, giudici, avvocati ed istituzioni affinchè da domani mattina non si verifichino piu' situazioni del genere. Ringrazio tutti per l'affetto che mi avete dimostrato in questa giornata, ero certo di avere tanti amici ed oggi ne ho avuto la conferma" ha concluso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Striscia la Notizia a Salerno: pazienti oncologici rinunciano agli esami per il blocco delle convenzioni

  • Festa dell'Immacolata: non c'è il pienone in Campania, l'allarme dell'Abbac

  • Piazza della Libertà, i lavori saranno completati dalla "Rcm" di Rainone

  • La banda dell'Audi: è caccia ai ladri che svaligiano case di Salerno e provincia

  • “Si è spento serenamente”, ma l'uomo è vivo: Sarno tappezzata di "falsi" manifesti

  • Slitta, pista e renne al San Marzano Christmas Village: attrazioni per i bambini

Torna su
SalernoToday è in caricamento