Blitz dei Nas ad Amalfi: denunciato ragioniere che si spacciava per dentista, sequestrato lo studio

I carabinieri hanno sorpreso il figlio del titolare a operare l'attività odontoiatrica in assenza del titolo di studio idoneo all’esercizio della professione

Blitz dei Nas, ieri, ad Amalfi. I militari si sono introdotti in uno studio odontoiatrico, insieme ai carabinieri della Compagnia di Amalfi: come riporta Il Vescovado, hanno sorpreso il figlio del titolare a operare l'attività odontoiatrica in assenza del titolo di studio idoneo all’esercizio della professione medica.

La denuncia

Quando i carabinieri sono entrati nello studio ad Amalfi, il giovane stava sostituendo e impiantando una capsula dentaria. Ma non era un dentista, bensì un ragioniere. E' stata una segnalazione anonima a far scattare, ieri, il blitz dei carabinieri del Nas di Salerno, coordinati dal maggiore Enzo Ferrara, e dei colleghi della Compagnia di Amalfi, guidata dal capitano Roberto Martina. E' emerso che le prestazioni odontoiatriche venivano svolte da un uomo di 34 anni in possesso del solo titolo di studio di diploma di ragioneria. Lo studio medico, invece, è del padre del 34enne, dentista davvero. Il figlio del professionista è stato, quindi, denunciato per esercizio abusivo della professione sanitaria di odontoiatra. Inoltre, i militari dell'Arma hanno constatato nello studio l'assenza di autoclave, la mancata esibizione del manuale per la corretta prassi igienico-sanitaria di funzione, di esercizio e sterilizzazione. Lo studio è stato sequestrato.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, un salernitano in Cina: la testimonianza di Francesco Musto

  • Dramma al Ruggi, ragazza partorisce la figlia e poi muore di tumore

  • Caso sospetto di Coronavirus a Salerno: oggi l'esito dei test, l'ira del web per "l'imprudenza"

  • Coronavirus, primo caso sospetto a Salerno: paziente trasferito al Cotugno

  • Lutto a Castellabate, muore il maresciallo dei vigili Vincenzo Cilento

  • Coronavirus, due ragazze cilentane in quarantena

Torna su
SalernoToday è in caricamento