Caos in Costiera, Gagliano: "Cinquanta giovani per gestire il traffico"

Il noto imprenditore alberghiero, con un post su Facebook, boccia il progetto per la costruzione delle gallerie nella Divina

Salvatore Gagliano

In queste settimane non sono mancati ingorghi ed incidenti in Costiera Amalfitana per l’elevata presenza di bagnanti e turisti provenienti non solo dalla provincia ma anche da fuori regione.

La proposta

Una situazione che, ogni anno, si ripete nel cuore della stagione estiva ma che non ha mai visto una soluzione. Per questo uno dei più noto imprenditore alberghieri della Divina Salvatore Gagliano, proprietario dello splendido hotel “Il Tritone” di Praiano, interviene per esprimere la sua opinione al riguardo. “Oggi rileggo sul giornale Gallerie in Costiera per risolvere il problema del traffico. Sono stato 16 anni sindaco di Praiano dal 1984 al 2000, 10 anni consigliere regionale dal 2000 al 2010 e di queste inutili riunioni per la risoluzione del problema del traffico ne abbiamo fatte a iosa. Chiacchiere, chiacchiere, solo chiacchiere da bar”.

Gagliano, però, si spinge oltre e propone una possibile soluzione alla problematica: “Sarà perchè mi considero una persona pratica, ma ritengo in maniera concreta, che l'unico modo, a mio parere, per risolvere il problema traffico è quello di preparare 50 giovani sia ragazzi che ragazze, che conoscano anche la lingua inglese, da fargli fare un corso serio e senza raccomandazioni con un ottimo comandante dei vigili della Costiera, che ne conosce le problematiche. Dopo averli preparati e sottoposti ad un esame, bisognerà attrezzarli con radioline per contattarsi fra di loro, ed iniziare un servizio nei posti nevralgici della divina costa fra Vietri sul mare e Positano, dal 1° aprile al 5 novembre, dalle 7 di mattina alle 23. Utilizzare anche quanto di più tecnologico possibile, e di certo il problema sarebbe notevolmente alleviato”.

Per l’imprenditore salernitano, in questo modo, “si darebbe lavoro per sette mesi almeno a 50 ragazzi” e “non di certo assisteremmo più a queste paralisi di traffico. Ma devono essere ragazzi che hanno voglia di lavorare e non di stare lungo la strada ad abbronzarsi”. Poi riferisce che di questo “ne ho anche parlato con l'assessore regionale, Corrado Matera, ma fino ad oggi inutilmente”. Dunque, boccia definitivamente la costruzione delle gallerie. “Appartengono al libro dei sogni. Non appena ci si avvia incominciamo con la Soprintendenza, con la politica, con gli ambientalisti e nemmeno i figli, dei figli, dei figli nostri le vedranno mai. Ho detto una bugia? A mio parere penso d'aver dato un minimo contributo, con una spesa sostenibilissima da parte della Regione Campania e magari anche da affrontare con i proventi che i Comuni percepiscono dalle Tasse di Soggiorno. Provare non costa nulla” conclude Gagliano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Sant'Egidio, donna muore folgorata nella doccia

  • Colto da malore mentre l'amico fa benzina: muore 30enne a San Mango Piemonte

  • Morto investito da un treno, la sorella: "Vorrei abbracciare chi ha avuto il cuore di mio fratello"

  • Paura nel Golfo di Policastro, registrate quattro scosse di terremoto in mare

  • Suicidio a Salerno, uomo trovato morto in strada: si indaga

  • Incidente a Cassino, grave don Antonio Agovino di Sarno: i fedeli si riuniscono in preghiera

Torna su
SalernoToday è in caricamento