domenica, 20 aprile 12℃

Valle dell'Angelo, truffa ai danni della UE: denunciati due allevatori

I titolari di due aziende zootecniche sono stati denunciati dal corpo forestale dello Stato perchè avevano ricevuto contributi europei dichiarando un numero maggiore di animali bovini rispetto a quelli effettivamente posseduti

Redazione 8 febbraio 2012

Due titolari di aziende zooteniche di Valle dell'Angelo, nel territorio del Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano, sono stati denunciati dagli uomini del corpo forestale dello Stato della stazione di Piaggine. I due sono accusati di truffa ai danni dell'Unione Europea. Secondo quanto si apprende dall'ANSA i controlli effettuati nelle aziende hanno infatti dimostrato la presenza rispettivamente di 61 e 62 capi bovini a fronte degli 86 e 73 caricati in anagrafe bovina. Il numero di bovini dichiarati avrebbe fruttato ai titolari delle aziende un indebito incasso di contributi europei complessivamente di 450mila Euro.

Annuncio promozionale

Durante i controlli, ai quali ha preso parte anche un veterinario dell'ASL, è emersa anche la presenza di 29 capi privi di marchio auricolare affetti da brucellosi mentre 15 vitelli, privi dei controlli sanitari, sarebbe stati comunque venduti, mettendo così a rischio la salute dei consumatori. Scattate le sanzioni amministrative previste per legge, i due titolari delle aziende sono stati denunciati per truffa aggravata e mancato rispetto delle condizioni igienico - sanitarie.
 

Valle dell'Angelo
denunce
settore alimentare
truffe

Commenti