Distretto Agroalimentare di Qualità della Piana del Sele: il via libera

Esposito: "Forti della grande potenzialità espressa dalla aggregazione tra il prodotto pivot Carciofo di Paestum IGP e la Rucola della Piana del Sele, proseguiremo con le necessarie attività di consultazioni"

E' stato individuato il Distretto Agroalimentare di Qualità della Piana del Sele. Con il Decreto Dirigenziale della Giunta Regione Campania del 7 febbraio, infatti, è stata accolta la proposta. La notizia ufficiale è stata notificata al Consorzio di Tutela del Carciofo di Paestum IGP, soggetto capofila del comitato promotore del riconoscimento e costituzione del Distretto per le aziende del territorio.

Parla il presidente del Consorzio Alfonso Esposito

"Nei prossimi giorni, forti della grande potenzialità espressa dalla aggregazione tra il prodotto pivot Carciofo di Paestum IGP e la Rucola della Piana del Sele, proseguiremo con le necessarie attività di consultazioni dei portatori di interesse ed alla conseguente costituzione della società Distretto"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il distretto della Campania, dunque, si candida ad essere lo strumento di progettazione integrata del territorio, per rappresentare un driver importante per lo sviluppo e la competitività delle produzioni della Piana del Sele.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, Sarno si sveglia in lacrime: muore Michele, 38enne ricoverato al Ruggi

  • Suicidio a Salerno, si lancia dalla finestra e muore sull'asfalto

  • "Alimenti scaduti nel mio pacco": il direttore del Banco Alimentare risponde alla mamma di Pontecagnano

  • Coronavirus: 1° contagio a San Mango e nuovo caso a San Severino, i nomi dei pazienti

  • Covid-19: muore una salernitana, 341 contagi in provincia. Primario in via di miglioramento

  • Coronavirus a Cava de' Tirreni, morto luogotenente dei carabinieri

Torna su
SalernoToday è in caricamento