Crowfunding per restaurare i libri della Certosa di Padula

Il progetto vede la nascita di una simbiosi importante tra Confindustria Salerno, rappresentata dal presidente Mauro Maccauro, e la Soprintendenza BAP di Salerno e Avellino, guidata da Gennaro Miccio

Al via la raccolta fondi sulla piattaforma Derev per il restauro di cinque libri della Certosa di Padula. Oggi il crowfunding rappresenta sempre di più un modo innovativo nonché una grande opportunità per raccogliere fondi e compiere opere importanti: grazie alla piattaforma “Derev” www.derev.com , si potrà dare il via alla raccolta di capitali al fine di restaurare cinque volumi storici patrimonio della Certosa di Padula. Il progetto vede la nascita di una simbiosi importante tra Confindustria Salerno, rappresentata dal presidente Mauro Maccauro, e la Soprintendenza BAP di Salerno e Avellino, guidata da Gennaro Miccio, che si dice entusiasta di questa collaborazione: “Grazie al mondo della finanza e dell’impresa si possono fare, logicamente, cose ben più importanti. Sono soddisfatto di questa sinergia con Confindustria e con il Premio Best Practices. Il patrimonio artistico e letterario è uno dei beni più importanti della nostra regione. E' da questo che occorre ripartire, senza non si va da nessuna parte - ha dichiarato Miccio - Anzi, il mio invito al mondo delle imprese è quello di non solo sponsorizzare i beni, ma di gestirli direttamente. Sarebbe un modo per mettere in atto un circolo virtuoso per le aziende stesse ma anche per il circuito economico campano”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma al Ruggi, ragazza partorisce la figlia e poi muore di tumore

  • Costiera a lutto, è morto prematuramente il maresciallo Perrelli

  • Concorso per OSS a Salerno, annunciate anche oltre 500 assunzioni di medici e amministrativi

  • Coronavirus, due ragazze cilentane in quarantena

  • Lutto a Castellabate, muore il maresciallo dei vigili Vincenzo Cilento

  • Colpito da un'ischemia, continua a guidare: salvato un uomo ad Antessano di Baronissi

Torna su
SalernoToday è in caricamento