Raccolta deiezioni canine: "Bando ad hoc per una cooperativa"

Il capogruppo di Forza Italia Giuseppe Zitarosa rivela: "Alla nuova gara d'appalto potranno parteciparvi solo quelle imprese che negli ultimi tre anni abbiano svolto servizi analoghi nel settore oggetto della gara"

Zitarosa

Negli anni scorsi il servizio della rimozione delle deiezioni canine per la zona occidentale della città sarebbe stato affidato direttamente alla Socofasa (Cooperativa Sociale). Più volte il capogruppo di Forza Italia Giuseppe Zitarosa ha denunciato “l’eccessivo costo (170 mila euro annuali) e lo scarso beneficio per la collettività che quasi mai ha visto tale cooperativa intenta a svolgere regolarmente il servizio per il quale, peraltro, provvede già, per la zona orientale, la Salerno Pulita”.

“Quest’anno  - denuncia - il Comune di Salerno bandisce, apparentemente, una gara d’appalto per lo stesso servizio, solo che potranno parteciparvi solo quelle imprese che negli ultimi tre anni abbiano svolto servizi analoghi nel settore oggetto della gara e  per un ammontare almeno pari all’importo a base di gara ( 111.470,40 euro - Iva esclusa). Praticamente – specifica Zitarosa - nessuna nuova cooperativa potrà partecipare a questa gara non avendo svolto già tale servizio e non possedendo ulteriore fatturato. Bel modo questo di incentivare i nostri giovani a crearsi un posto di lavoro”. 

Per l’esponente azzurro “è chiaro che tale procedura è stata creata ad hoc per far sì che solo una determinata cooperativa possa partecipare e vincere la gara il cui termine è stato fissato al 1° settembre 2015 alle 12. Alle 14di oggi, al protocollo dell’Ente, nessuna impresa risultava aver presentato un’offerta. Domani, vedrete, alle 12 un’unica impresa lo farà e sappiamo già chi è. Il tornaconto di tale operazione, vedrete,  porterà all’assunzione di tre o quattro “personaggetti” che mai metteranno piede in strada per effettuare il servizio per il quale saranno assunti. E’ questo - conclude Zitarosa - il ben sperimentato e consolidato sistema esistente all’interno del Comune di Salerno per consentire solo a chi si ritiene amico di poter accedere a determinati servizi”.
 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia all'Università di Fisciano: giovane precipita dal parcheggio multipiano e muore

  • Blitz a Casa Campitelli di Pagani, scoperta "azienda" della droga: 13 arresti

  • Suicidio all'Unisa, il cordoglio di Loia: in arrivo tre psicologi per gli studenti

  • Gelo a Ricigliano, il parroco ai fedeli: "Celebro la messa a casa vostra"

  • Contursi Terme piange Mumù, il sindaco dei cani

Torna su
SalernoToday è in caricamento