Comune di Agropoli, lettera della Prefettura sul bilancio: scontro M5S-Coppola

Il consigliere comunale grillino Caccamo pubblica su Facebook la missiva del vice prefetto Amendola e denuncia: "E'rilevante perché tale omissione è motivo di scioglimento del consiglio comunale"

Il Comune di Agropoli

Dopo la mancata approvazione del bilancio, da parte del consiglio comunale di Agropoli, il viceprefetto Vincenzo Amendola ha inviato una ai vertici del Municipio per chiedere la documentazione propedeutica al rendiconto di gestione. “Tenuto conto dell’approssimarsi della scadenza – si legge nella lettera – si invita a comunicare tempestivamente gli estremi della deliberazione di giunta comunale di approvazione della relazione del conto bilancio 2018, l’avviso di convocazione dell’organo consiliare e gli estremi della delibera consiliare di approvazione del conto di bilancio all’annualità 2018”. Intanto esplode la polemica tra il M5S e il sindaco Adamo Coppola.

Il consigliere Caccamo (M5S):

“L’Amministrazione Comunale delle Meraviglie, quella che solo loro sanno fare gli amministratori, quella delle persone capaci, serie e corrette, ha ricevuto l’ennesima diffida da parte del Prefettura di Salerno. Questa volta, riguarda l’approvazione del bilancio consuntivo che doveva essere discusso in Consiglio comunale entro lo scorso 30 aprile. Infatti, con la mancata approvazione del rendiconto finanziario dell’Ente entro il termine previsto alla mancata approvazione del bilancio, si attuano le procedure previste dall’articolo 141comma 2 del Tuel, secondo cui il Prefetto, con lettera notificata ai singoli consiglieri, fissa un termine di venti giorni per l’approvazione della delibera di consiglio, decorso il quale nomina un commissario e scioglie il consiglio comunale. In altre parole, la maggioranza campione di consenso, doveva approvare il bilancio consuntivo entro il mese scorso, pena il commissariamento del Comune. Perchè il bilancio è importate? Perché regola entrate e uscite. Siccome le spese effettuate sono tarate in base alle presunte entrate e/o ai crediti, se questi dovessero risultare in toto o in parte svaniti nel nulla, vanificanti, non più esigibili, il bilancio va a rosso e si aprono procedure sanzionatorie e di dissesto. Ecco perchè non "cacciano le carte"... stanno raschiando il fondo del barile. Purtroppo in quel fondo ci sono le sorti del nostro comune, oramai allo sbando. E per fortuna che erano gli esperti e i professionisti.

 La replica del sindaco Coppola:

“Il consigliere di minoranza del M5S, come ormai è prassi, cerca di infangare l’operato dell’Amministrazione comunale raccontando favole, trasformando la normalità in catastrofe, allo scopo di creare preoccupazione nella popolazione. Questa volta, la fiaba del consigliere grillino riguarda l’approvazione del rendiconto di gestione finanziaria 2018. In primis, c’è da dire che il consigliere opera in malafede, in quanto come ben sa, avendone ricevuto apposita comunicazione, il Consiglio comunale per l’approvazione dell’argomento in questione, è stato convocato per l’11 luglio, alle ore 18.00 (prot. 19005 del 24/05/2019). Quanto alle note della Prefettura, ne sono pervenute due all’Ente. Alle stesse è stata data pronta risposta, allegando appunto la citata convocazione della pubblica assise. C’è però da sottolineare che tali note non sono pervenute solo al Comune di Agropoli, ma a circa 150 Comuni in Provincia di Salerno. Questo perché i continui aggiornamenti normativi e l’incremento di adempimenti cui sono sottoposti gli uffici finanziari degli Enti, di anno in anno, possono comportare dei ritardi nell’approvazione dell’adempimento. Ma senza che vi siano conseguenze disastrose. Lo scorso anno, il rendiconto venne approvato il 26 giugno; nel 2017, il 29 giugno; nel 2016, il 6 giugno; nel 2015, il 5 giugno; nel 2014, il 14 luglio. In tutti i casi, quindi, oltre il 30 aprile (termine di approvazione previsto), senza che ciò abbia comportato alcuna conseguenza. Abbiamo ormai compreso che dal consigliere non possiamo aspettarci qualche proposta concreta, la sua è solo volontà estrema di volersi appigliare sempre alla forma piuttosto che alla sostanza, facendo cattiva informazione. Vogliamo pensare che tutto questo sia determinato dalla sua inesperienza amministrativa, in quanto situazioni del genere per chi amministra sono ordinarie e normali”.      

Potrebbe interessarti

  • "Aiuto, abbiamo la casa invasa da serpenti": incubo per una famiglia di Teggiano

  • Potassio: come assumerlo e perché fa bene a cuore, reni e ritenzione idrica!

  • Battipaglia, serpente a spasso in via De Amicis: l'appello

  • Trasporto pubblico, al via la campagna di abbonamenti gratuiti Unico Campania

I più letti della settimana

  • Incidente mortale sul Trincerone: Salerno si stringe attorno alla famiglia di Francesco, il cordoglio del sindaco

  • Incidente a Giovi: auto finisce in un precipizio, 4 feriti gravi. Scannapieco in pericolo di vita

  • Tragedia in Costiera Amalfitana: uomo si impicca a Vettica

  • Ricoverata d'urgenza a 12 anni: muore nella notte la piccola Francesca, choc a Matierno

  • Incidente mortale ad Agropoli: auto contro un muretto, muore 17enne

Torna su
SalernoToday è in caricamento