Visita di De Magistris a Salerno: contestato dai Giovani Democratici

"Sei il peggior sindaco d'Italia". Con questo striscione i Giovani Democratici hanno atteso l'arrivo in città del sindaco di Napoli, che ha presenziato ad un convegno

Lo striscione di contestazione

“Oggi Luigi de Magistris è stato a Salerno per un convegno. Molto meglio se fosse rimasto nelle stanze del Comune di Napoli a lavorare per i cittadini che dovrebbero avere gli stessi servizi di Stoccolma. Palazzo San Giacomo riceve dallo Stato 362 euro all’anno per ogni abitante, 100 più di Roma, 320 più di Milano". Lo scrive Marco Mazzeo, segretario dei Giovani Democratici di Salerno, attraverso un post su facebook.

La protesta

De Magistris è stato contestato. I Giovani Democratici hanno esposto uno striscione: "Sei il peggior sindaco d'Italia". "Il Sindaco di Napoli, alla fine di quest’anno, chiuderà la Anm, l’azienda di mobilità cittadina, per la quale la Regione Campania versa ogni anno 58,5 milioni di euro - prosegue Mazzeo - L’anno scorso il Comune di Napoli non ha dato neanche un euro all’azienda di trasporto di sua proprietà e se non fosse stato per la Regione, l’Anm avrebbe chiuso già un anno fa. Luigi de Magistris sei il peggior sindaco d’Italia!”

Potrebbe interessarti

  • Maxi concorso della Regione Campania: come fare domanda

  • Grosso serpente sul lungomare di Salerno: l'appello dei cittadini

  • Sintomi, rimedi ed esercizi contro il dolore alla cervicale

  • Piano per rapinare un commerciante di Angri, ai domiciliari uno della banda

I più letti della settimana

  • Allerta meteo in Campania, le previsioni nel salernitano

  • Suicidio a Capaccio, 53enne si impicca con un foulard

  • Incidente sulla Salerno-Caserta, motociclista muore decapitato: traffico in tilt

  • Lutto a Mercato San Severino: il giovane Enzo muore in un incidente in Abruzzo

  • Incidente sull'A2 del Mediterraneo, all'altezza di San Mango: 5 feriti di cui uno grave

  • Incidente a Roma, perde il controllo della moto: muore 32enne salernitano

Torna su
SalernoToday è in caricamento