"Figli della Mala": il debutto del giovane battipagliese Vincenzo Stabile

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

La scheda del film: Titolo: Figli della mala Produzione: “Fenicesudette” di Carmela Pascarella Regia: Giuseppe Esposito Musica: Maestro Carmine Caiazzo, Trc e Marco Cannavacciuolo Riprese e Audio: Troupe Ciak Mania La storia: Il film, tratto dal libro “I Figli della Mala ” della scrittrice Campana Carmela Pascarella, narra la storia dell’ adolescente Rosario di Gennaro. Il diciassettenne, dopo essere finito in galera per tentata rapina, viene aiutato da uno sconosciuto a tornare in libertà, quest’uomo gli dà un lavoro e un sostegno che la sua famiglia non gli concede. Il ragazzo però, presto si troverà nella ragnatela della malavita suo malgrado, e sarà trascinato in questo mondo spietato senza via d’uscita. Si scoprirà più tardi il terribile segreto che la sua famiglia nasconde da anni, che era ben celato dietro ad infinite bugie. Rosario dovrà lottare e uccidere affinchè ogni pezzo del mosaico della sua vita torni al suo posto.

Abbiamo chiesto al regista Giuseppe Esposito quale fosse il messaggio che figli della mala vuole trasmettere e da dove nasce questo progetto: “Figli della mala era un progetto partito come la realizzazione di un cortometraggio, poi ho conosciuto Carmela Pascarella, una donna umile con un cuore d’oro e ho realizzato il suo sogno facendolo mio. - ha risposto il regista- Carmela Pascarella è una brava scrittrice e ci riserverà ancora dei colpi inimmaginabili ,perché figli della mala essendo una trilogia potrebbe avere anche un seguito, con una trama mista tra realtà ed immaginazione. Il messaggio, è un messaggio che narra di una realtà che attanaglia i nostri territori, quella delinquenziale anche legata alla malavita. Per mettere in scena una versione quanto più fedele alla storia del libro e per soddisfare la volontà dell’autrice di questa storia, più volte mi sono dovuto calare nei personaggi e nelle situazioni ma sono davvero soddisfatto del risultato. La storia del film, inoltre, porta senza dubbio a riflettere su uno dei valori più importanti della vita, che è quello della famiglia!” “Figli della Mala ” dunque, è un progetto tutto campano che è ancora più importante perché racconta i nostri territori e chi guida a conoscerli sotto altre prospettive. Tra gli attori protagonisti, il battipagliese Vincenzo Stabile al quale abbiamo chiesto: Quanto credi che il tuo personaggio sia attuale e quanto possa rappresentare i giovani di oggi? “A malincuore devo dire che, purtroppo, “Salvo” il personaggio interpretato da me rappresenti tantissimo i giovani di oggi. Da quanto si può evincere dal titolo “Figli Della Mala” è un film che tratta temi molto importanti ed attuali come la criminalità, la delinquenza; proprio quelle realtà che oggi vede coinvolti un numero di giovani sempre crescente. “Figli Della Mala” è anche un film che trasmette un notevole bagaglio di valori importanti che interessano il quotidiano di ognuno di noi come la famiglia e L’amicizia. L’amicizia nel vita reale è importantissima e molte volte l’ho messa al primo posto nella mia vita, anche se spesso sono stato deluso da quelle che credevo vere amicizie. Mentre nel Film, anche Salvo crede molto nell’amicizia ma chi intraprende le strade della mala vita, spesso viene messo di fronte a delle scelte e lì non si sceglie mai con il cuore!” Che emozioni ha scaturito in te interpretare questo personaggio? “Le emozioni in quel momento sono tante ed è importante investirle tutte sul set. Credo che se si vuol fare cinema e si vuole diventare grandi attori, bisogna calarsi in qualsiasi personaggio che ci viene richiesto e automaticamente ogni ruolo deve scaturiti delle emozioni, solo così sarà reso il massimo risultato della scena. Il personaggio di salvo “Salvo” mi ha messo tanta adrenalina, facendomi ritornare nei panni di quando ero adolescente, e mi auguro che al pubblico piacerà.” Nel cast molti i volti campani e del salernitano tra cui: Franco Timpanaro, Angelo Graziano, Emmanuel Casaburi, Giovanni Curcio, Salvatore Buemi, Vincenzo Galdo, Carmine Nigro, Titti Mangrella, Giorgia Rainone, Gaia Zaccara. Figli della mala sarà proiettato, in anteprima, 17 Ottobre al Cinema Bertoni di Battipaglia, in Via Giacomo Puccini 39; sono previste due proiezioni alle ore 21:00 e alle 22:30. Parteciperanno alla proiezione tutto il cast compreso regia e produzione. Sara Di Matteo

Torna su
SalernoToday è in caricamento