Ascoli - Salernitana 2-2: Bagadur salva i granata al 92'

In piena zona Cesarini, il difensore croato regala alla truppa di Menichini un pareggio preziosissimo quanto insperato

Foto: Stadio Del Duca (Internet)

Oramai non si può più parlare di “Zona Cesarini”, bensì di "Zona Bagadur". Anche questa volta il difensore croato regala alla Salernitana – sempre nei minuti finali - un risultato insperato, incornando una sfera di testa che fino a quel momento non voleva entrare in nessuna maniera. I granata acciuffano un punto fondamentale in chiave salvezza, rimanendo agganciati sia al Modena che al Latina. E proprio il prossimo match con gli emiliani deciderà i destini delle due formazioni,  in un senso o nell’altro.

LA CRONACA – Nel primo tempo, la Salernitana entra in campo con il piglio giusto e nei primi 10 minuti di gioco si rende pericolosa in ben due occasioni con Donnarumma (al 6’ e al 9’), senza però mai impensierire l’estremo difensore bianconero. L’Ascoli, sornione, attende il momento giusto per colpire e al 13’ passa in vantaggio grazie a Cacia, abile a sfruttare la solita amnesia difensiva granata (questa volta è Bernardini sbagliare un passaggio clamoroso sulla mediana, favorendo la fuga del centravanti bianconero) e a trafiggere Terracciano in disperata uscita bassa. La Salernitana va in bambola e dopo 5 minuti subisce il raddoppio, firmato sempre da 'Bomber Cacia', lesto in area di rigore a finalizzare un grande assist di Orsolini. La Salernitana sbanda paurosamente, rischiando il KO finale in un paio di occasioni, ma al 29’ finalmente dà cenni di risveglio: è Nalini a dare la scossa grazie a un numero dei suoi, che mette in grave difficoltà Lanni. L'undici di Menichini guadagna nuovamente metri, ed il gol granata sembra oramai maturo. Al 33’ infatti la Salernitana accorcia le distanze grazie a Ikonomidis che scocca un bel sinistro a mezz’altezza dal limite dell’area marchigiana, che supera l'incolpevole Lanni. Al 39’ e al 45’ è Franco a sfiorare il clamoroso pareggio, ma la palla sfila alta sulla traversa in entrambi i casi.

Nella ripresa l’undici di Menichini parte a testa bassa per cercare di acciuffare il pareggio, e come nel primo tempo, è di nuovo Donnarumma a rendersi pericoloso nelle primissime battute (al 3’e al 6’) sempre di testa, ma il centravanti partenopeo non inquadra mai la porta. Al 7’ però è sempre Cacia a creare scompiglio nella difesa granata, costringendo Terracciano ad intervenire in uscita bassa quasi al limite dell’area. Menichini prova a cambiare marcia inserendo prima Zito, poi Gatto, ma L'Ascoli serra i ranghi e si arrocca in difesa. La Salernitana si sbilancia e presta il fianco alle ripartenze bianconere: al 24’ i granata rischiano di subire il definitivo ko proprio per via di un contropiede fulmineo dei marchigiani, ma Altobelli fallisce il più incredibile dei gol. Scampato il pericolo i granata schiacciano a tavoletta il piede sull’acceleratore e al 36’ con Gatto sfiorano la seconda marcatura, ma la bella girata di destro dell'esterno calabrese, viene neutralizzata da una splendida parata di  Lanni. Al 39’ Donnarumma, sfruttando una respinta errata dell’estremo difensore bianconero, mette la palla nel sacco, ma il gol viene annullato per sospetto fuorigioco (millimetrico).  La palla sembra non voler saperne di entrare in rete, ma al 92’, - in piena zona Cesarini -  sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Zito, Bagadur si fionda prepotente su palla e scaglia la palla in rete. Il boato dei tifosi granata è impressionante. Liberatorio.  
 

Il tabellino della gara:

Ascoli (4-5-1): Lanni, Carpani, Dimarco (37’p.t. Pecorini), Cinaglia, Jankto, Orsolini (11’s.t.Mengoni), Cacia, Canini, Altobelli (39’s.t. Mangni), Milanovic, Bianchi. In panchina: Svedkauskas, Mitrea, Perez, Giorgi, De Grazia, Petagna. Allenatore: Mangia

Salernitana (4-4-2): Terracciano, Colombo (23’s.t.Gatto), Franco (13’s.t. Zito), Bagadur, Bernardini, Moro, Ronaldo, Nalini, Ikonomidis (35’s.t.Tounkara), Coda, Donnarumma.In panchina:  Strakosha, Pollace, Pestrin, Empereur, Tuia, Bus, Allenatore: Menichini

Arbitro: Sig. Abbattista della sez. di Molfetta

Reti: 13’ e 18’ Cacia (A); 33’Ikonomidis, 46’s.t. Bagadur

Note: pomeriggio primaverile, campo in buone condizioni. Spettatori: 10.000 circa di cui 900 di fede granata. Ammoniti: Di Marco, Cacia, Mangni (A) Franco, Ronaldo (S). Espulsi: - . Angoli:  0- 7. Recuperi: 2’ pt - 4' st.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Sant'Egidio, donna muore folgorata nella doccia

  • Colto da malore mentre l'amico fa benzina: muore 30enne a San Mango Piemonte

  • Travolto da un treno ad Angri: Tobia è morto, Agro a lutto

  • Morto investito da un treno, la sorella: "Vorrei abbracciare chi ha avuto il cuore di mio fratello"

  • Paura nel Golfo di Policastro, registrate quattro scosse di terremoto in mare

  • Incidente sulla Cilentana, muore anche la 17enne di Albanella

Torna su
SalernoToday è in caricamento