Salernitana, cuore e grinta contro il Catanzaro per continuare la marcia

29esima giornata di campionato. All'Arechi giungono i forti Giallorossi di mister Brevi. Punti fondamentali per le sorti play-off di ambo le squadre

Lungo la risalita in classifica della Salernitana, inceppatasi in quel di Grosseto due settimane or sono e premiata con la vittoria d'ufficio nell'ultima giornata per il derby non disputatosi a Nocera prima della gaudente serata in finale di andata di Coppa Italia a Monza, il Catanzaro è squadra di tutto rispetto. Madonia e soci sono formazione equilibrata e tignosa. Il loro quarto posto in classifica non è frutto del caso: la solidità dell'impianto di gioco, avvalorato dalla velocità in ripartenza di Russotto e dello stesso Madonia, è stato per i rivali una caratteristica ardua da fronteggiare. In campionato sono ben 5 i successi  ed appena due le battute di arresto per i calabresi in dodici apparizioni lontani dal Ceravolo. Soltanto 9 le reti subite in trasferta che sono parte integrante del bilancio di 16 reti subite in 26 partite disputate. Ci sarà da sudare per Mendicino e compagni dalle ore 14,30 di domani se vorranno guadagnarsi un pomeriggio felice e fomentare ulteriori venti di rimonta verso la quarta posizione in graduatoria occupata proprio dal Catanzaro, cinque lunghezze sopra. Sarà opportuno giocare con quella stessa determinazione ed intensità che sono stati il leit motif di quasi tutte le partite sotto la gestione di mister Gregucci. Il tutto non tralasciando quella compattezza che dovrà accompagnare i Granata in tutte le fasi di gioco al cospetto dei Giallorossi che, numeri alla mano, appaiono squadra da trasferta. Parziali novità in formazione vanno annunciandosi per i padroni di casa: il peruviano Ampuero, al posto di Montervino, dovrebbe far compagnia a Volpe e Pestrin a centrocampo e fungere da pendolo tra la mediana e la trequarti di campo. Con lui il trainer Gregucci si prefigge di non dare punti di riferimento al collega Brevi che siede sulla panca ospite. Mounard al momento è in vantaggio sul match-winner di Coppa Italia, Ricci, e su Gustavo per far coppia con Foggia alle spalle di Mendicino. Non disponibile Mancini a causa della gastroenterite. Nessuna novità sulla linea difensiva, con Scalise e Piva sulel corsie esterne. L'Arechi potrebbe registrare il record d'incasso stagionale, visti i possibili 9000 sostenitori presenti sulle grandinate e gli almeno 300 tifosi calabresi che si assieperanno nel settore ospiti. Arbitra Cifelli della sezione di Campobasso.

Probabile formazione SALERNITANA (4-2-3-1): Gori; Scalise, Tuia, Bianchi, Piva; Volpe, Pestrin; Foggia, Mounard, Ampuero; Mendicino. All: Gregucci.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con l'auto in litoranea a Pontecagnano: muore 47enne

  • Striscia la Notizia a Salerno: pazienti oncologici rinunciano agli esami per il blocco delle convenzioni

  • Festa dell'Immacolata: non c'è il pienone in Campania, l'allarme dell'Abbac

  • Piazza della Libertà, i lavori saranno completati dalla "Rcm" di Rainone

  • “Si è spento serenamente”, ma l'uomo è vivo: Sarno tappezzata di "falsi" manifesti

  • Slitta, pista e renne al San Marzano Christmas Village: attrazioni per i bambini

Torna su
SalernoToday è in caricamento