Salernitana in caduta libera, la voce dei tifosi: "Un incubo, un piede in serie C"

Tensione e paura si mischiano, in questa settimana di passione che precede la decisiva trasferta di Pescara. I tifosi temono il peggio: la retrocessione diretta

La sconfitta casalinga con il Cosenza è stato il colpo di grazia: tifosi infuriati, Salernitana nella bufera e Gregucci esonerato. Il ribaltone tecnico non rinfranca i supporters. "Arrivare ai play out sarebbe un miracolo. Aspettiamo il match di Foggia, ma credo che la retrocessione diretta sia cosa fatta, se si rispetteranno i pronostici dell'ultima giornata - dice sconsolato il tifoso Mario De Rogatis - E' la fine più scontata di un film surreale in cui hanno miseramente fallito tutte le parti in causa: societá, calciatori, l'allenatore ed i tifosi. Ma se gli irriducibili sperano che il precipizio  possa condurre al cambiamento della proprietà si illudono di certo, la società non ha acquirenti credibili. Certo, l'auspicio è che questi personaggi abbandonino questa città, mortificata. Se mettiamo da parte la nostra partigianeria, considerato l'andamento del girone di ritorno, la retrocessione sarebbe meritata. Comunque finisca, sarà difficile riprendersi da questa stagione". Amaro anche il commento di Mimmo Rinaldi, che esordisce scegliendo la sceneggiatura di un film cult negli anni Ottanta: "Ma lei sa quanto mi costa una squadra in serie B..?". "Stiamo perdendo da novembre, siamo a picco da dicembre: che cosa vogliamo di piú? Contestare, entrare, disertare: è tutto superfluo. La squadra è in coma profondo. Siamo realisti: sarà Lega Pro al 99,9%". L'analisi di Ciro Troise: "Come ogni anno è stata allestita una squadra per galleggiare a metà classifica e da puntellare in inverno per una salvezza tranquilla. Quest’anno hanno fatto male i conti. Causa un campionato mediocre, ci siamo trovati in buona posizione e nel mercato di riparazione invece di rafforzare la squadra sono state fatte scelte scellerate. Abbiamo un piede in serie C".

I messaggi

Inondata di messaggi anche la nostra pagina facebook. C'è chi gioca con le parole per raccontare la tristissima attualità nell'anno che poteva essere dei festeggiamenti: "Serie c...centenario", scrive un tifoso. Altri ritengono che "la squadra non ci sia più con la testa" e qualcuno, invece, auspica "nello scatto d'orgoglio a Pescara". Ma l'ambizione, adesso, è diventata meno del minimo sindacale: "Magari i playout", scrive chi teme il peggio.

Potrebbe interessarti

  • Maxi concorso della Regione Campania: come fare domanda

  • Grosso serpente sul lungomare di Salerno: l'appello dei cittadini

  • Sintomi, rimedi ed esercizi contro il dolore alla cervicale

  • Piano per rapinare un commerciante di Angri, ai domiciliari uno della banda

I più letti della settimana

  • Allerta meteo in Campania, le previsioni nel salernitano

  • Suicidio a Capaccio, 53enne si impicca con un foulard

  • Lutto a Mercato San Severino: il giovane Enzo muore in un incidente in Abruzzo

  • Incidente sull'A2 del Mediterraneo, all'altezza di San Mango: 5 feriti di cui uno grave

  • Si accoltella alla gola e poi si lancia in un dirupo: soccorso giovane a Salerno

  • Era diventato l'incubo per un meccanico di Sala Consilina: denunciato carabiniere

Torna su
SalernoToday è in caricamento