La Salernitana batte l'Entella e rivede i playoff, i tifosi: "Una boccata d'ossigeno"

Una boccata d'ossigeno per i granata che battono l'Entella allo stadio Arechi, pur con il brivido finale e riagganciano la zona playoff

Una boccata d'ossigeno per la Salernitana che batte l'Entella allo stadio Arechi, pur con il brivido finale, e riaggancia la zona playoff.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La voce dei tifosi

Ecco il commento di Mario De Rogatis: "Oggi tre punti fondamentali, per il morale e per la classifica. La sfortuna in casa granata regna sovrana, avrei desiderato vedere l'esordio del talento polacco Dziczek, ma anche lui si fa male nel riscaldamento. Troppi infortunati, per esprimere un giudizio su questa squadra occorre recuperare alcune pedine importanti. Intanto godiamoci questo terzo posto, ma sempre con i piedi per terra. Un plauso a Maistro, che ha stretto i denti fino alla fine, nonostante l'infortunio". Ciro Troise: "Tre punti importantissimi, non si sa ancora se in chiave play off, salvezza o promozione diretta. Dipende dalle scelte che la società farà a gennaio. Resta un mistero il fatto che i nostri giocatori si facciano male senza giocare". Antonio Positano: "Prendiamoci i tre punti. Siamo, però, troppo lenti nella costruzione del gioco. Ventura sta esagerando nella gestione della partita: non è possibile mai provare a cambiare la squadra in partita in corso. La rosa deve essere integrata altrimenti si soffrirà tanto. Sempre forza granata". Giuseppe Spina: "Finalmente una Salernitana con più ritmo, vivace, che tira in porta ed osa di più, Dobbiamo ringraziare oggi un Super Micai". Paolo Toscano:"Deciso cambio di rotta rispetto alla partita di Pisa. Bene i giovani. Credo che occorra solo migliorare nella gestione della partita, soprattutto nei minuti finali. Prendiamoci questi tre punti e guardiamo avanti con maggiore serenità attesa anche la buona prestazione offerta". Mimmo Rinaldi: "L'Entella non era il Real Madrid e quindi dobbiamo continuare a volare bassi anche perchè gli infortuni  si susseguono con una ciclicità impressionante. La rosa è ridotta e il mercato è lontano: prendere svincolati ora significa comunque averli al 100% a gennaio. Bene Gondo, Micai, Maistro, Jallow secondo tempo. Kyine è troppo esterno per essere pericoloso. Ora recuperiamo qualche infortunato e pensiamo alla prossima un po' più sereni e con tre punti in più in classifica".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpresa in Costiera, "Fratacchione" Fazio in vacanza ad Amalfi

  • Coronavirus, 27 nuovi contagi in Campania: il bollettino

  • "Non mi dai da bere? Ti accoltello": un arresto a Torrione, beccato anche uno spacciatore

  • Covid-19: 5 nuovi contagi in Campania, i dati del bollettino

  • Incidente mortale nella notte, Cava: giovane centauro perde la vita

  • Covid-19, De Luca: "In Campania fatto miracolo". E annuncia: "Vaccino contro tumore"

Torna su
SalernoToday è in caricamento