Mammografia, pap test, salute e prevenzione: screening gratuiti dell'Asl

Oggi il camper della prevenzione ha fatto tappa a Salerno, in Piazza Casalbore. Vincenzo D'Amato, sub commissario Asl Salerno, ha analizzato anche il momento di impasse dei laboratori d'analisi, dopo il limite di spesa raggiunto per la specialistica ambulatoriale

La campagna di prevenzione

E' cominciata oggi a Salerno la campagna di Prevenzione "Mi prendo cura di te", tour dell’Asl Salerno per gli screening oncologici gratuiti. "L'Asl ha voluto organizzare questa manifestazione che durerà 16 giorni e coinvolgerà tutti i Comuni - ha spiegato il sub commissario Vincenzo D'Amato -. Si concluderà a Pagani dove c'è il nostro polo oncologico. Non si parla mai abbastanza di screening e prevenzione: sul colon retto, è stata raggiunta una percentuale del 38% di controlli, l'anno scorso. Per il pap test si può procedere liberamente, senza prenotazione, con l'obiettivo di raggiungere un numero minimo, grazie alla convenzione con l'Ordine delle Ostetriche di Salerno. E' stato riattivato lo screenig della cervice uterina dopo una pausa a settembre ma abbiamo investito molo anche sullo screening della mammella con mammografi presenti in ogni distretto o presidio dell'area Sud: ad Eboli, Sapri, Vallo della Lucania, Polla, Oliveto Citra. Funzionante a Pastena, a Pagani problemi sull'apparecchiatura ma abbiamo colto l'occasione per sostituirlo.

I tetti di spesa

Il sub commissario Asl Salerno ha analizzato anche il problema cronico dei tetti di spesa per la specialistica ambulatoriale. "Eravamo l'unica Asl in Campania che non praticava monitoraggio trimestrale - ha detto -. Verifichiamo un andamento ed è solo un monitoraggio. Non è ancora detto che ci si debbe fermare". Eppure il problema già c'è, perché i cittadini già procedono a proprie spese:  "C'era un meccanismo distorto e la Regione Campania è intervenuta con una circolare: il finanziamento segue il cittadino residente e non capiterà più come prima che a Napoli un laboratorio si dovesse fermare perché considerato satellite di hub salernitano. Avremo un quadro più chiaro sulla razionalizzazione economica e sulla distribuzione del territorio. I centri non possono sforare il 10 per cento della produzione precedente. Chiediamo ai centri di fatturare il prima possibile. Chiediamo collaborazione anche ai prescrittori e agli specialisti. Gli interventi sanitari hanno un costo e occorre indirizzare bene le risorse economiche".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Sant'Egidio, donna muore folgorata nella doccia

  • Colto da malore mentre l'amico fa benzina: muore 30enne a San Mango Piemonte

  • Travolto da un treno ad Angri: Tobia è morto, Agro a lutto

  • Morto investito da un treno, la sorella: "Vorrei abbracciare chi ha avuto il cuore di mio fratello"

  • Paura a Salerno, le onde invadono la spiaggia di Santa Teresa

  • Paura nel Golfo di Policastro, registrate quattro scosse di terremoto in mare

Torna su
SalernoToday è in caricamento