Torrione Alto, partono i lavori per la nuova chiesa nel Parco del Galiziano

Questa mattina la posa della prima pietra alla presenza del sindaco Vincenzo Napoli, dell’arcivescovo Luigi Moretti, del parroco don Gaetano Landi e di molti esponenti istituzionali e politici

La firma di Moretti

Partono ufficialmente i lavori per la costruzione della nuova chiesa di “San Felice e Santa Maria Madre della Chiesa” nel quartiere di Torrione Alto a Salerno. Questa mattina la posa della prima pietra, all’interno del Parco del Galiziano, alla presenza del sindaco Vincenzo Napoli, dell’arcivescovo Luigi Moretti, del parroco don Gaetano Landi e di molti esponenti istituzionali e politici. Un progetto, quello del nuovo luogo di preghiera, voluto fortemente da don Luigi Zoccola, storico parroco del quartiere, scomparso il 21 settembre del 2016, ma che è rimasto nei cuori di tanti abitanti. E che, durante la cerimonia odierna, è stato ricordato tra la commozione dei presenti.

I partecipanti

Una folta delegazione di politici ha preso parte all’avvio dei lavori. Oltre al sindaco e all’assessore Maria Rita Giordano erano presenti in prima fila i deputati di Forza Italia Enzo Fasano e Gigi Casciello, il loro collega del Pd Piero De Luca, gli ex senatori Alfonso Andria ed Eva Longo, i consiglieri regionale Franco Picarone e Tommaso Amabile, il sindaco di Pellezzano Francesco Morra, mentre il dirigente provinciale di Fratelli d’Italia Antonio Roscia ha preferito seguire l’iniziativa dagli ultimi posti colloquiando con i residenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Sant'Egidio, donna muore folgorata nella doccia

  • Colto da malore mentre l'amico fa benzina: muore 30enne a San Mango Piemonte

  • Travolto da un treno ad Angri: Tobia è morto, Agro a lutto

  • Morto investito da un treno, la sorella: "Vorrei abbracciare chi ha avuto il cuore di mio fratello"

  • Paura nel Golfo di Policastro, registrate quattro scosse di terremoto in mare

  • Incidente sulla Cilentana, muore anche la 17enne di Albanella

Torna su
SalernoToday è in caricamento