Salernitana ko a Perugia, la voce dei tifosi: "Bocciati Djuric e Gregucci"

C'è tanta delusione tra i supporter granata dopo la sconfitta nello scontro diretto del "Curi" con finestra spalancata sui playoff. Nel mirino della critica, l'evanescente centravanti di origini bosniache e le scelte dell'allenatore

Il centravanti Milan Djuric - foto Guglielmo Gambardella

"Squadra troppo rilassata, atteggiamento vacanziero, scelte sbagliate, 90' in balia dell'avversario". C'è tanta delusione tra i supporter granata dopo la sconfitta rimediata dalla Salernitana nello scontro diretto del "Curi". Era un esame con finestra spalancata sui playoff. La Salernitana lo ha steccato clamorosamente e adesso finisce dietro la lavagna della tifoseria. Nel mirino della critica, l'evanescente centravanti di origini bosniache, Milan Djuric, e le scelte dell'allenatore Angelo Gregucci.

I commenti

Molto deluso il tifoso Mimmo Rinaldi: "Una Salernitana che è andata a fare la scampagnata. Djuric non pervenuto Minala con la marcia ridotta e Di Tacchio non al 100%. Se Calaiò doveva riposare, Minala era da terme a Contursi. Altro non riesco a dire: era una partita da affrontare in maniera aggressiva ed invece.... purtroppo quando si gioca per non prenderle, alla fine le prendi. Per non parlare del 3-1 preso in superiorità numerica e da palla inattiva. Questa è una squadra che non potrà mai fare breccia nel cuore dei tifosi". Ciro Troise sceglie un commento telegrafico: "Loro sempre in superiorità numerica, con l'espulsione di Sadiq di fatto ripristinata la parità". Paolo Toscano teme che possa essere passato (a vuoto) il primo treno playoff: "Abbiamo perso l’ennesima occasione per rimanere in zona playoff. Purtroppo la partita è lo specchio dell’intera stagione: squadra inconsistente in attacco, nonostante la superiorità numerica. Ennesima bocciatura per Djuric! Il Perugia è entrato in campo con maggiore determinazione e alla fine è riuscito a portare a casa, con merito, il risultato". Ecco il commento di un abbonato che si sente tradito e che ha deciso di disertare lo stadio Arechi, per protesta: "Della partita c'è poco da commentare, se non rimarcare la pochezza tecnica di questa squadra. In ragione del periodo carnevalesco, è l'occasione giusta affinché non solo la squadra ma anche la proprietà e la dirigenza gettino la maschera - dice Luciano Lombardi - e spieghino perché si è fatto passare come chissà cosa il riscatto di Jallow unitamente alla dichiarazione di "sognare" i gol di Jallow e Djuric. Lo chiedo come abbonato che ha deciso da un mese di restare a casa nonostante i soldi spesi. Se lo chiedano anche Lotito e Mezzaroma quando si interrogano sul calo spettatori". Giuseppe Spina commenta: "95 minuti: la fine di una lunga agonia. Salernitana distratta, lenta, che non riesce a fare due passaggi di seguito, un cross accettabile ed un controllo decente. E poi giocare per oltre un'ora con una punta invisibile,  non so quanto sudata, che non riesce a trattenere il pallone. Accanto a Djuric, un'altra punta, cioè Jallow, innamorata del pallone. Solo la "fede" per questa maglia, per questi colori e l'orgoglio di essere salernitani ci dà la spinta per seguire la Salernitana".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Sant'Egidio, donna muore folgorata nella doccia

  • Colto da malore mentre l'amico fa benzina: muore 30enne a San Mango Piemonte

  • Travolto da un treno ad Angri: Tobia è morto, Agro a lutto

  • Morto investito da un treno, la sorella: "Vorrei abbracciare chi ha avuto il cuore di mio fratello"

  • Paura nel Golfo di Policastro, registrate quattro scosse di terremoto in mare

  • Paura a Salerno, le onde invadono la spiaggia di Santa Teresa

Torna su
SalernoToday è in caricamento