rotate-mobile
Mercoledì, 22 Marzo 2023
Animali

Alla scoperta del gatto Somalo, le origini di un felino vivace e intelligente

Il Somalo è un gatto regale, energico e vivace il cui aspetto ricorda quello di una volpe

Cosa hanno in comune la volpe e il gatto? Non solo il fatto di essere predatori, ma in alcuni casi anche l’aspetto e questo è vero soprattutto quando si parla del gatto Somalo. Il pelo lungo e rossiccio e la coda lunga e affusolata lo fanno somigliare proprio a una volpe.

A differenza di molte razze, il suo nome non deriva dal luogo d’origine, ma dall’essere la versione a pelo medio lungo dell’Abissino. La somiglianza con quest’ultimo felino, il cui nome deriva dell’attuale Etiopia (l’antica Abissina) ha fatto sì che la Somalia, con cui confina appunto la nazione africana, fosse fonte di ispirazione per il suo nome.

Somiglianze e differenze con il gatto Abissino

Un fisico slanciato e le zampe muscolose e lunghe sono i tratti che accomunano il Somalo e l’Abissino perché il loro standard di razza corrisponde. Il temperamento vivace e allo stesso tempo attento del Somalo è ben visibile dalla testa cuneiforme e dai lineamenti arrotondati, contraddistinta da occhi a mandorla e orecchie grandi.

Se per quanto riguarda il fisico tra i due gatti non ci sono differenze, la situazione cambia quando si parla di manto. Morbido e soffice, il pelo del Somalo è molto fine, ha poco sottopelo ed è più corto nel dorso. Il felino come l’Abissino ha un colore striato, detto ticking! Questo vuol dire che il singolo pelo ha gradazioni di colore differenti ma rispetto all’Abissino è meno evidente soprattutto nei Somali dal manto più chiaro. Tra l’altro, per svilupparsi completamente, il pelo impiega circa due anni.

Nel corso degli anni gli standard dei colori accettati negli allevamenti sono diventati essenzialmente quattro:

  • Sorrel: il manto ha una colorazione rosso-cannella
  • Fawn: è la versione più chiara del sorrel perché ha un pelo con base beige e ticking crema
  • Lepre: la tonalità si attesta sui colori caldi del marrone e in genere il colore va dall’albicocca all’arancione
  • Blu: le sfumature hanno un colore caldo e intenso che si attesta sul blu-grigio

Le origini incerte del gatto Somalo

Ma come mai l’Abissino e il Somalo sono differenti soprattutto nel manto? La motivazione è semplice: la diversità è dovuta al gene pelo-lungo che è presente nelle razze a pelo corto, ma in modo recessivo. Una delle tante spiegazioni che vengono date è che tra gli Abissini sono nati gatti a pelo lungo, che sono stati scartati per isolare il gene nella razza. Altri ritengono che dopo la seconda guerra mondiale per evitare l’estinzione della razza Abissina, ci siano stati accoppiamenti con gatti dal pelo lungo.

Inizialmente questi gatti furono esclusi dall’allevamento degli Abissini perché non adeguati allo standard della razza, solo nel 1967 si decise di allevarli. Il primo gatto che venne registrato come Somalo da un’associazione felina nacque da un allevatore e giudice canadese. Il gatto riuscì a riscuotere grande successo tra gli allevatori e grazie a Evelyn Mague, un’allevatrice americana, e ai suoi colleghi, finalmente nel 1979 il Somalo venne riconosciuto ufficialmente dalla CFA. Soltanto nel 1981, invece, ci fu il riconoscimento da parte della FIFé, che stabilì la condivisione dello standard con l’Abissino.

Un gatto vivace e attivo

Le somiglianze con l’Abissino non si limitano all’aspetto fisico, ma coinvolgono anche il carattere. Il Somalo, infatti ha una personalità che non passa inosservata e ha un carattere molto vivace. La curiosità è il suo tratto distintivo proprio per questo ama andare alla scoperta di tutto ciò che lo circonda, ma soprattutto trascorrere il suo tempo in compagnia degli altri animali e dei bambini.

Intelligente e vivace, ha bisogno di stimoli continui e per questo il suo ambente ideale è all’interno di una casa in cui può esprimere al meglio le proprie doti atletiche e nello stesso tempo con persone che possano fargli esprimere al meglio la curiosità e le doti intuitive.

Tutto sul gatto siamese: carattere e temperamento del felino più elegante 

Caratteristiche fisiche

Gatto snello e che ama muoversi, il Somalo è un felino che però soffre anche di alcuni problemi dovuti proprio alla selezione. Infatti potrebbe perdere la vista a causa dell’atrofia progressiva della retina e soffrire di anemia. Non è raro che il Somalo sia soggetto alla lussazione della rotula e alla displasia dell’anca, oltre all’insufficienza renale dovuta alla presenza di una proteina insolubile nei reni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alla scoperta del gatto Somalo, le origini di un felino vivace e intelligente

SalernoToday è in caricamento