rotate-mobile
Politica Santa Marina

Appello sindaci per Draghi, Fortunato (FdI) non firma: "Ora basta, si torni a votare"

Il primo cittadino di Santa Marina guida le fasce tricolori cilentane contrarie al ritorno del premier dopo la crisi politica innescata dal Movimento Cinque Stelle

“Chi vuole bene all’Italia, non si appella a Draghi ma agli elettori”. Con questa parole Giovanni Fortunato, sindaco di Santa Marina ed esponente di Fratelli d’Italia, che guida nel Cilento i primi cittadini che chiedono il ritorno alle urne. 

L'appello per il voto

Una presa di posizione, quella di Fortunato, in controtendenza rispetto a quanto sta avvenendo a livello nazionale. “Non condivido minimamente l’appello che alcuni colleghi sindaci hanno promosso per sostenere la conferma di Draghi a Palazzo Chigi – dichiara Fortunato - L’iniziativa, proposta secondo un’egida istituzionale, sottende al contrario una chiara volontà politica di parte”. “Si tratta di una sorta di “accanimento terapeutico” – continua il primo cittadino - per mantenere in vita un governo paralizzato da veti e divisioni interne che danneggiano l’Italia e le stesse comunità locali. I sindaci – aggiunge - hanno bisogno di certezze e di un quadro istituzionale capace di sostenere gli sforzi inenarrabili a cui sono chiamati quotidianamente. Quell’appello non è solo sbagliato ma per certi versi “contro natura” visto che la credibilità e la legittimazione dei sindaci nasce proprio dal consenso diretto che ciascuno di loro ha saputo conquistare. È giunta l’ora - conclude Fortunato - che anche a livello nazionale l’Italia possa finalmente confidare in un governo reso forte e autorevole dallo stesso consenso popolare”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appello sindaci per Draghi, Fortunato (FdI) non firma: "Ora basta, si torni a votare"

SalernoToday è in caricamento