Bomba carta al Ruggi, Cirielli chiama Salvini: appello di Polichetti al Prefetto

Il mondo politico e sindacale è scosso dopo l'inquietante episodio verificatosi nella serata di ieri dinanzi all'obitorio dell'ospedale di Salerno

Edmondo Cirielli

Dopo l’esplosione di una bomba carta dinanzi all’obitorio dell’ospedale “Ruggi d’Aragona” di Salerno si alza la tensione in città, con il mondo politico e sindacale che chiedono alle istituzioni locali e nazionali di non abbassare la guardia.

Le reazioni

Il primo ad intervenire è il questore della Camera dei Deputati Edmondo Cirielli: “E’ un episodio gravissimo che deve far alzare il livello di allerta a Salerno. Piazzare una bomba all’esterno di un presidio sanitario è un segnale inquietante, che indica come alcune organizzazioni criminali si sentano legittimate a spadroneggiare nella città di Salerno e della provincia. Mi auguro che le forze dell’ordine, a cui va il mio sostegno, individuino i responsabili, chiarendo la matrice del gesto”. Poi l’esponente di Fratelli d’Itali annuncia: “In ogni caso chiederò al Ministro dell’Interno Matteo Salvini di predisporre una task force per la provincia salernitana vista la conclamata emergenza sicurezza”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si rivolge direttamente al Prefetto di Salerno, invece, il sindacalista della Fials provinciale Mario Polichetti che lancia un appello: “Subito un Comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza. Si intervenga prima che sia troppo tardi”. “La bomba carta piazzata nei pressi della camera mortuaria dell’ospedale di Salerno è solo l’ultimo atto di un’emergenza sicurezza che vado denunciando da tempo. Bambini che spariscono dai reparti, pazienti in condizioni critiche non monitorati adeguatamente, medici aggrediti fisicamente o vessati psicologicamente e parcheggiatori abusivi all’esterno della struttura sempre in agguato. La lista può continuare ma mi fermo qui. Credo che sia il caso di intervenire prima che succeda qualcosa di davvero assurdo e irreparabile”.  Da qui l’appello al manager del Ruggi e al nuovo prefetto di Salerno Francesco Russo: “Al direttore dell’Azienda chiedo di convocare, al più presto, quella riunione con i sindacati che da tempo chiedo sul tema della sicurezza. Sono al corrente del suo impegno quotidiano per lavoratori e pazienti, ma credo che con l’aiuto di tutti si possa fare ancora meglio. Al nuovo prefetto, invece, chiedo che dopo il suo insediamento, che avverrà mercoledì, convochi, come primo atto della sua esperienza salernitana, il Comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza sul caso Ruggi. Sarebbe un modo per dimostrare che lo Stato c’è contro chi invece non vuole rispettare la legalità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: tra ieri e oggi 24 nuovi casi nel salernitano, contagio a Campagna

  • Covid-19: schizzano i contagi nel salernitano, i dati sui ricoveri

  • Covid-19: 195 nuovi contagi di cui 21 casi di rientro, coppia positiva a Campagna

  • Covid-19: altri 6 positivi a Pontecagnano, altri 2 contagi a Cava

  • Contagi Covid in aumento, parla De Luca: "Ondata pericolosa in autunno"

  • Covid-19, cinque casi nel comune di Serre. Il sindaco: "Uscite solo se necessario"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento