rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Politica

Cava: big in campo nell'ultima lezione della scuola di formazione di Forza Italia

Oltre al presidente dei deputati azzurri Renato Brunetta sono stati presenti anche il coordinatore provinciale di Forza Italia Enzo Fasano, Stefano Caldoro, il vicepresidente del Senato Maurizio Gasparri e l'onorevole Mara Carfagna

Tanti i big di Forza Italia in campo per l'ultima lezione della scuola di formazione politica Domenico Gasparri - costruire la Libertà. Gaetano Amatruda, vice coordinatore di Forza Italia, ha commentato entusiasta il successo di questa ultima lezione: "Un grande successo per l'ultima lezione. Questo è un punto di partenza e non di arrivo". Presente anche il presidente dei deputati azzurri Renato Brunetta che ha commentato: "La classe dirigente è la forza di Forza Italia, e il rinnovamento è la forza di Forza Italia. Siamo nati nel ‘93-‘94 con un grande atto d’amore di Silvio Berlusconi che ha messo insieme, in pochi mesi, un grande partito che ha governato l’Italia nei susseguenti 22-23 anni. Il rinnovamento è la condizione normale e naturale. La formazione, il dialogo con i giovani, l’apertura delle nostre strutture, delle nostre liste e delle nostre amministrazioni è la caratteristica determinante di Forza Italia e del suo successo" ha concluso.

Insieme a Brunetta sono stati presenti anche il coordinatore provinciale di Forza Italia Enzo Fasano, l'ex governatore della Regione Campania Stefano Caldoro, il vicepresidente del Senato Maurizio Gasparri e l'onorevole Mara Carfagna. "A Salerno, a Cava una grande esperienza. Si forma classe dirigente, con serietà ed impegno - ha spiegato Caldoro - Il nostro ruolo è quello di dare una mano. Nella Provincia di Salerno un messaggio ancora più significativo. Qui, con Forza Italia, idee e innovazione contro il sistema di potere". "Un grande successo a Cava. Seminiamo, per raccogliere oggi ed in futuro i risultati - ha commentato, invece, Gasparri - Forza Italia è tornata centrale, cresce. A volte è difficile ed in altri casi viene più facile ma ci siamo. Il centrodestra è tornato in campo e cresceremo in Campania, ancora, ed a Salerno. Qui più complicato - ha ricordato  - perché c'è un sistema di potere clientelare che cambia la partita e capovolge la realtà. È la logica di De Luca che chiama in causa altri e non risponde del disastro della sanità. Le formiche invadono i reparti, la responsabilità è sua" ha concluso il vicepresidente del Senato. Le conclusioni sono state affidate a Mara Carfagna: "Per dare all'Italia il futuro che si merita bisogna ripartire dalle idee, dai temi della sicurezza, della povertà, della giustizia, dal l'eliminazione delle diseguaglianze, quella tra Nord e Sud ad esempio. Guidare e governare l'Italia è una sfida, ma è anche un onore. Tutto questo - ha incalzato- non può essere affrontato con arroganza e sfrontatezza e neanche con dilettantismo. Il Paese non si guida da un blog o via Twitter, serve competenza, serve studio, formazione, serve radicamento sul territorio, serve la volontà di far emergere una nuova classe dirigente come sta facendo Forza Italia con iniziative come la Scuola di Formazione politica di Cava de' Tirreni" ha concluso, infine, la deputata azzurra.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cava: big in campo nell'ultima lezione della scuola di formazione di Forza Italia

SalernoToday è in caricamento