menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il premier Conte a Vallo della Lucania: "Se riparte il Sud, riparte l’Italia intera"

Intanto, il Vicepresidente della Regione, Fulvio Bonavitacola, ha rivolto un appello a Conte per consentire la fuoriuscita dal commissariamento della Sanità in Regione

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, è arrivato a Vallo della Lucania. Il premier, dunque, ha fatto tappa presso il reparto di pediatria del presidio ospedaliero San Luca, per poi raggiungere il teatro Leo De Berardinis e partecipare ad una convention durante la quale cento sindaci della provincia di Salerno gli hanno sottoposto dieci proposte per lo sviluppo e per la crescita del Sud, contenute in un 'Manifesto del Mezzogiorno', promosso dalla fondazione Grande Lucania Onlus presieduta dal senatore del M5S Francesco Castiello.

L'attesa

Ad attendere il presidente del Consiglio, una rappresentanza delle maestranze della Treofan di Battipaglia, da tempo impegnate in una vertenza di lavoro, una decina dei 53 lavoratori. Nel cortile del teatro, presenti anche i rappresentati dell'Unione Sindacale di Base e gli Lsu della Campania che hanno issato uno striscione con su scritto: "Lsu 25 anni utili allo Stato per una vita da precari".

L'appello

Intanto, il Vicepresidente della Regione, Fulvio Bonavitacola, ha rivolto un appello a Conte: "Mi faccio portavoce di una richiesta del Presidente Vincenzo De Luca, quella di inserire all’ordine del giorno del prossimo Consiglio dei Ministri la delibera per consentire la fuoriuscita dal commissariamento della Sanità in Regione Campania“.

Parla Conte


"Se riparte il Sud, riparte l’Italia intera. Con questo spirito, muoviamo e ci disponiamo a realizzare l’agenda di Governo sul tema della coesione nazionale. Se le migrazioni dal Sud dovessero proseguire con questi ritmi, saranno oltre 5 milioni, dice lo Svimez, le persone che lasceranno il Mezzogiorno e il Pil potrà subire una contrazione fino al 40%. Le dotazioni finanziarie sono cospicue: serve accelerare gli investimenti.

Abbiamo già introdotto misure specifiche per il Sud in Finanziaria. Con il ministro Provenzano e con tutto il governo stiamo lavorando per elaborare un piano strutturale. Confido che ce la faremo entro fine anno. In ogni caso, già a gennaio saremo pronti”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ordinanze e zone: Speranza ha firmato, la Campania da lunedì è rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento