Decreto sicurezza, passa l'emendamento di Iannone sui centri di accoglienza

Il senatore salernitano di Fratelli d'Italia spiega: "Non potranno più aprire nei Comuni centri d’accoglienza senza il consenso del sindaco, il quale, a sua volta, non potrà scaricare al cospetto dei propri cittadini, la responsabilità della scelta"

Il senatore Antonio Iannone

Nel maxi emendamento al Decreto Sicurezza il Governo Lega-M5S ha accolto la norma secondo la quale per aprire centri d’accoglienza sui territori è necessario l’assenso scritto dell’ente locale. Il primo firmatario dell’emendamento presentato dall’intero gruppo parlamentare di Fratelli d’Italia è il senatore salernitano Antonio Iannone che spiega: “Non potranno più aprire nei Comuni centri d’accoglienza senza il consenso del sindaco, il quale, a sua volta, non potrà scaricare al cospetto dei propri cittadini, la responsabilità della scelta. Abbiamo recepito nella proposizione dell'emendamento - conclude - una richiesta che arrivava dagli stessi sindaci attraverso l'Anci". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a San Cipriano Picentino, uomo si impicca nel cimitero

  • Torna lo spettro del Covid-19 a Salerno città, la denuncia del Comitato San Francesco e l'appello di Polichetti

  • Sorpresa in Costiera, "Fratacchione" Fazio in vacanza ad Amalfi

  • Covid-19: positiva una dipendente bancaria a Salerno

  • Covid-19 alla gelateria Buonocore, il titolare: "Abbiamo chiuso per tutelare i clienti"

  • Covid-19, altri 7 contagi in Campania: i dati del bollettino

Torna su
SalernoToday è in caricamento