menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni comunali 2013, quando un voto è valido e quando no

Tutte le informazioni per poter esprimere correttamente la propria preferenza in occasione delle elezioni amministrative

L'elettore deve fare molta attenzione affinché il voto espresso non sia dichiarato nullo. Qui di seguito alcune informazioni per esprimere la propria preferenza in maniera corretta, in occasione delle elezioni amministrative del 26 e 27 maggio.

- Non barrare un simbolo facendo uscire il tratto di matita molto oltre il cerchio, fino a "invadere" altri simboli o altri rettangoli.

- Tracciare sempre una X per barrare simbolo e/o nome del candidato a sindaco e non una V o altro.

- Non scrivere a mano il cognome di un candidato sindaco: va sempre barrato.

- Non barrare più di un simbolo o più nomi di candidati sindaco.

Qualora l'elettore dovesse accorgersi di un errore prima di riporre la scheda nulla è perduto: si può chiedere al presidente di seggio una nuova scheda. In quel caso, l'elettore dovrà tuttavia assicurarsi che la scheda sbagliata venga annullata e riposta in un contenitore a parte.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento