menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Iannone, Cirielli e Marenghi

Iannone, Cirielli e Marenghi

Regionali 2020, Cirielli: "FdI è pronta a governare. Caldoro? Noi rispettiamo i patti"

Il Questore della Camera arriva a Salerno per partecipare ad un convegno sulla riforma costituzionale e fare il punto sulle elezioni in Campania. Brindisi con tutta la classe dirigente del partito

Fratelli d’Italia è pronta alla sfida delle prossime elezioni regionali. Il partito di Giorgia Meloni, a Salerno, è già al lavoro per la formazione della squadra di candidati che comporrà la lista in attesa che venga sciolto il nodo, a livello nazionale, del candidato presidente unitario del centrodestra. A fare il punto della situazione è stato, ieri sera, il Questore della Camera dei Deputati Edmondo Cirielli che insieme al senatore Antonio Iannone e al docente universitario Gherardo Marenghi ha partecipato ad un dibattito sulla nuova riforma costituzionale.

Lo scenario

Inevitabile per Cirielli, sollecitato dai giornalisti, parlare anche delle elezioni campane: “FdI non ha mai fatto della candidatura un fatto nominalistico. Noi siamo un partito che rispetta i patti. Con Forza Italia e Lega ci siamo accordati che la Campania tocca a Fi, che tra l’altro ha espresso un nome autorevolissimo che è quello di Stefano Caldoro avendone anche altri che ho più volte citato come Mara Carfagna, Antonio Martusciello e Paolo Russo. La Puglia è stata lasciata a Fdi che ha indicato Raffaele Fitto. Oggi i nostri alleati, in particolare la Lega, hanno posto dei dubbi e vogliono ridiscutere tutto. Siamo disponibili. Ma per noi le cose stanno bene così, anche perchè abbiamo stretto la mano e per noi questo è un valore. Poi se loro vogliono rimodulare gli accordi dando la Campania a FdI. io sono pronto. Così come ho fatto un passo indietro per favorire l’unità della coalizione, sono pronto a farne uno in avanti per la nostra terra purchè ci sia una coalizione seria che realizzi programmi di qualità che possano tirare fuori la Campania dai guai, visto che De Luca l’ha messa veramente in ginocchio”.

L’assist all’ex governatore

Incalzato ancora su Caldoro, l’esponente di Fratelli d’Italia: “Quello di Stefano è un nome di qualità. Io ho governato con lui. Non è solo una qualità soggettiva, ma è persona onesta, competente, che ha risanato la Regione Campania. Forse ha mancato di una grande forza caratteriale per guidare un popolo di 6 milioni di abitanti come il nostro, non avrà  creato quell’entusiasmo del comandante di battaglia ma non è detto che debbano esserci solo questo tipi di comandanti, servono anche quelli logistici, che fanno arrivare gli approvvigionamenti, le  vettovaglie ecc. In un esercito ci sono tante figure. E lui è stata una figura assolutamente positiva. Quel che è sicuro è che non verremo meno alla parola data” conclude Cirielli.

La festa

Al termine del dibattito, brindisi di Cirielli e Iannone con tutta la classe dirigente salernitana di FdI guidata, a livello provinciale, dai portavoce Imma Vietri e Ugo Tozzi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Moderna e Pfizer: ecco cosa cambia da lunedì

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento