Politica

Sanità, il Governo frena De Luca: non può essere più commissario

Una norma contenuta nel Def (Documento di Economia e Finanza) stabilisce la incompatibilità tra il ruolo di Presidente di Regione e quello di Commissario Straordinario per la Sanità

Di Maio e De Luca

E’ contenuta in una norma del Def (Documento di Economia e Finanza), approvato nella serata di ieri dal Governo Conte, la nuova rivoluzione per la sanità in Campania: il provvedimento, infatti, stabilisce la incompatibilità tra il ruolo di Presidente di Regione e quello di Commissario Straordinario per la Sanità

I casi

A subire le conseguenze della norma targata M5S-Lega è  il governatore campano Vincenzo De Luca che, con ogni probabilità, a partire dal 1 gennaio 2019, dovrà dimettersi dall’incarico di Commissario con la nomina di un nuovo vertice da parte del Governo stesso. Situazione simile per il suo collega del Lazo Nicola Zingaretti, entrambi del Partito Democratico.

La stoccata

A rivendicare l’inserimento di tale provvedimento è stato direttamente il vice premier e ministro dello sviluppo economico Luigi Di Maio: “È una norma fatta per togliere le mani di De Luca dalla gestione della sanità”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, il Governo frena De Luca: non può essere più commissario

SalernoToday è in caricamento