Politica

Sconfitta del centrodestra alle Provinciali, Romano fa appello all'unità

Ha ringraziato anche quelli che hanno ritenuto di votare per il candidato di centro sinistra: "Con il loro comportamento, inqualificabile dal punto di vista umano e politico, hanno però messo in evidenza che abbiamo ancora tanta strada da fare"

“E’ comprensibile che dopo una sconfitta elettorale ci sia una fase in cui la delusione prende il sopravvento e si ricerchi colpevoli e responsabilità. Nessuno più di me sarebbe legittimato a farlo visto che sono stato indicato come candidato unitario dopo un percorso di condivisione e di confronto e non certo perché l’abbia chiesto o qualcuno si sia adoperato per imporre il mio nome. Dobbiamo trarre utili indicazioni da quanto avvenuto e apprendere dagli errori fatti”. Lo ha detto l'assessore regionale all’Ambiente Giovanni Romano, candidato del centrodestra reduce dalle ultime elezioni provinciali, dove ha trionfato Giuseppe Canfora.

“Non va dimenticato che le defezioni, rispetto all’indicazione di voto, ci sono state altrimenti non avremmo consegnato la Provincia alla sinistra visto che i partiti di centro destra sono la maggioranza politica sul territorio. Una sinistra, con in testa il sindaco di Salerno, abile a sfruttare le nostre divisioni alimentandole con metodi che con la politica non hanno nulla a che fare. L’unità del centro destra - ha aggiunto - è ancora un obiettivo da raggiungere e per questo, adesso, dobbiamo guardare avanti. Ringrazio il mio partito nelle persone di Edmondo Cirielli, Antonio Iannone e Michele Cuozzo per avermi indicato e per avermi concretamente sostenuto in campagna elettorale attraverso gli amministratori di Fratelli d’Italia”.

Ha ringraziato, oltre ai candidati e tutti gli amministratori dei partiti della coalizione, anche quelli che hanno ritenuto di votare per il candidato di centro sinistra: "Con il loro comportamento, inqualificabile dal punto di vista umano e politico, hanno però messo in evidenza che abbiamo ancora tanta strada da fare e a poco servono le accuse reciproche o le dichiarazioni pubbliche di fedeltà alla linea concordata dai partiti, quasi a giustificare quanto hanno fatto. Non ho mai creduto alla politica del botta e risposta, dell’azione e della reazione. Adesso bisogna mettere da parte le polemiche e le accuse reciproche e mettersi al lavoro per ritrovare le ragioni politiche e programmatiche dell’unità del centro destra in vista delle imminenti elezioni regionali", ha concluso, auspicando la vittoria di Stefano Caldoro e del centrodestra.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sconfitta del centrodestra alle Provinciali, Romano fa appello all'unità

SalernoToday è in caricamento