Politica

Taglio tribunali, il sindaco di Sala Consilina: "Ci sono irregolarità"

Il primo cittadino chiede l'intervento dell'Avvocatura dello Stato e della Commissione di monitoraggio istituita dal Ministero della Giustizia in merito alla soppressione del tribunale

Il sindaco di Sala Consilina chiede l'intervento dell'Avvocatura dello Stato e della Commissione di monitoraggio istituita dal Ministero della Giustizia in merito alla soppressione del tribunale di Sala Consilina denunciando gravi irregolarità nelle procedure per l'aggregazione del presidio di giustizia salese a quello di Lagonegro (Potenza). Il primo cittadino Gaetano Ferrari, in un dossier di sei pagine, evidenzia tutta una serie di comportamenti illegittimi ponendo sotto accusa il presidente del tribunale di Lagonegro, Claudio Zarrella.

"Lo Stato - dichiara il sindaco Ferrari - per far rispettare una legge consente che ne siano violate altre". Nel dossier, si denuncia, tra l'altro, l'atteggiamento ostruzionistico in merito alla richiesta di verifica della documentazione di idoneità strutturale dell'immobile di Lagonegro che ospita i nuovi uffici giudiziari accorpati. Ed ancora si cita l'episodio, verificatosi il 14 settembre scorso, allorquando, senza alcuna autorizzazione di accesso all'immobile del tribunale di Sala, i Vigili del Fuoco, accompagnati dalle Forze dell'Ordine, forzavano il cancello laterale dello stesso tribunale, senza attendere il passaggio formale, avvenuto poi il 17 settembre, delle competenze tra il comune di Sala ed il presidente del tribunale di Lagonegro.

Nel dossier si denuncia anche l'assoluta irregolarità delle modalità di trasferimento dei fascicoli giudiziari. "Tale intervento, scrive ancora il sindaco di Sala – presenta, sin dall'inizio, evidenti presupposti di illegalità. Le ditte incaricate del trasloco non sono specializzate e non sono abilitate al trasporto conto terzi, non posseggono mezzi adatti a garantire il trasferimento di documenti sottoposti alla normativa in materia di sicurezza e di privacy". "Egregio Presidente - scrive ancora Ferrari rivolgendosi al magistrato Zarrella - La invito, fin da questo momento, a non ricorrere in alcun'altra circostanza a strumentali motivazioni non corrispondenti al vero". Il dossier è stato inviato, tra gli altri, al Ministro Cancellieri e al Capo Dipartimento per l'Organizzazione Giudiziaria. .  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Taglio tribunali, il sindaco di Sala Consilina: "Ci sono irregolarità"

SalernoToday è in caricamento