Rigatoni con ricotta affumicata e pomodori secchi: la ricetta

Ricotta e pomodori secchi di ottima fattura, per esaltare un piatto fondamentalmente povero

Dal colore rosso intenso ed un sapore di grande forza, il pomodoro secco è, come tanti altri, uno dei prodotti popolari della cucina, anzi della dispensa, Campana.

Tutto comincia nel periodo dell'anno più caldo, quando i pomodori San Marzano sono maturi ed il sole abbastanza rovente. E' proprio in questo momento che il frutto rosso di questa pianta viene tagliato a metà e cosparso di zucchero e sale, per poi essere lasciato essiccare in modo naturale al caldo del sole estivo. Una volta raggiunta la giusta essiccazione, si provvede a conservarli sott'olio in dispensa per il periodo invernale, aggiungendo diversi ingredienti come prezzemolo, aglio, basilco e pepe.

Da qui l'idea di abbinare questo fantastico prodotto ad un altrettanto grandioso alimento, in questo caso frutto della passione e l'ingegno di Sabino Confuorto del Caseificio Mediterraneo di Sanza : la Ricotta Affumicata. Loro per scelta, anche se faticosa e difficile, hanno deciso di affumicare con il metodo tradizionale e non con il più moderno fumo liquido (....e menomale), usando paglia selezionata ed un affumicatore costruito esclusivamente per impreziosire la loro ricotta.

Ora provate ad immaginare una pasta corta e possibilmente rigata come il Rigatone, i pomodori secchi custoditi nella dispensa e la ricotta di Sabino, in un unico piatto.......meraviglia, ve lo assicuro.

RICETTA DEI RIGATONI CON RICOTTA AFFUMICATA E POMODORI SECCHI

Ingredienti per 4 pax:

400g di pasta                               prezzemolo

100g di pomodori secchi               origano

2 spicchi di aglio                          basilico

150g di ricotta affumicata              olio EVO

1 cucchiaio di miele                     sale qb

Procedimento:

Intanto che lasciate l'acqua a bollire, in una padella soffriggete l'aglio in due cucchiai di olio EVO. Nel frattempo provate ad emulsionare e rendere cremosa la ricotta con una forchetta oppure un frullatore ad immersione, aggiungendo un cucchiaio di olio e uno di miele millefiori. Quando vi sembrerà abbastanza liscia, mettetela da parte e ritornate alla padella, aggiungendo i pomodori secchi tagliati a listarelle, basilico e prezzemolo tritati finemente e l'origano. Lasciate insaporire per qualche minuto e aggiungete due cucchiai di acqua di cottura. Quando avrete scolato la pasta, versatela nella padella insieme alla ricotta e saltate fino a quando il tutto non sarà perfettamente amalgamato (ricordate di tenere sempre da parte un pò di acqua di cottura nel caso dovesse servirvi durante questo ultimo passaggio).

Il piatto è pronto, ma mi raccomando, una volta che lo avrete impiattato, non vi azzardate ad aggiungere nessun tipo di formaggio.....altrimenti mi arrabbio....anche se della granella di mandorle non ci starebbe affatto male.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, un salernitano in Cina: la testimonianza di Francesco Musto

  • Dramma al Ruggi, ragazza partorisce la figlia e poi muore di tumore

  • Caso sospetto di Coronavirus a Salerno: oggi l'esito dei test, l'ira del web per "l'imprudenza"

  • Lutto a Castellabate, muore il maresciallo dei vigili Vincenzo Cilento

  • Coronavirus, primo caso sospetto a Salerno: paziente trasferito al Cotugno

  • Coronavirus, due ragazze cilentane in quarantena

Torna su
SalernoToday è in caricamento