menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Presidio contro il Circo Medrano, nuovo appello di Veg in Campania al sindaco

Nadia Bassano: "Animali appartenenti a specie che in natura si spostano lungo percorsi di centinaia di km, nei circhi passano l'intera vita negli squallidi vagoni-gabbia dei camion che li trasportano"

Cartelloni pubblicitari, megafoni, camion e roulotte preannunciano l'arrivo del circo Medrano in città. Agli angoli delle strade qualche circense distribuisce buoni sconto per andare ad assistere ad "uno spettacolo dalla lunga tradizione". Ma ad attenderli, non mancheranno gli animalisti per dire "no" ad una tradizione che affonda le proprie origini nell'antropocentrismo più becero. Animali usati per far divertire, trattati alla stregua di oggetti. Impossibile addestrare animali mastodontici come gli elefanti, indomiti come i leoni, forti come i cavalli, con metodi "dolci". E' possibile piegarli, assoggettare e dominare i loro corpi. Imporsi con la forza delle fruste, dei pungoli, prenderli per fame, come spiegato da Veg in Campania.

"Gli animali del circo sono costretti a comportamenti contrari alle loro caratteristiche di specie ed il risultato è la noia, la frustrazione e chiari segnali stereotipati. Animali appartenenti a specie che in natura si spostano lungo percorsi di centinaia di km, nei circhi passano l'intera vita negli squallidi vagoni-gabbia dei camion che li trasportano", ha sottolineato Nadia Bassano. Provvisti di volantini, megafono, materiale informativo e striscioni, dunque, sabato 22 febbraio dalle ore 15 fino alle 20, nel piazzale antistante lo stadio Arechi, gli animalisti sensibilizzeranno i cittadini, per spezzare le catene "dell'ignoranza umana, della totale incapacità di guardare agli animali con empatia".

"Contemporaneamente intendiamo mettere il Sindaco di Salerno di fronte al mancato rispetto di quello che è il suo impegno preso in periodo di campagna elettorale: nel programma politico 2011-2016 di Vincenzo De Luca si legge Occorre (...) vietare l'attendamento di circhi che utilizzino animali in cattività durante gli spettacoli. Siamo ancora in attesa di un'ordinanza in tal senso: a quasi tre anni dalla sua rielezione, è il quarto circo che attenda in città", hanno concluso amareggiati, ricordando, infine, l'esistenza del "Circo Contemporaneo", una nuova concezione del circo, rivoluzionario, poetico, tra giocolieri, contorsionisti, equilibristi, acrobati e clown, un mondo onirico fatto di musica, suoni e luci, rigorosamente senza animali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Attualità

Covid-19: la Campania verso la conferma in zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento