Cronaca

Bimba schiacciata e uccisa da un cancello nel Vallo di Diano: assolti gli accusati

La piccola era rimasta vittima di un grave incidente mentre stava giocando con un cuginetto davanti all’abitazione di alcuni parenti, nel Vallo di Diano

Tribunale

Il fatto non sussiste: tutti assolti presso il Tribunale di Lagonegro, i 6 imputati, accusati di omicidio colposo per la morte di L.M., la bambina di due anni e mezzo deceduta nel mese di ottobre del 2009, dopo alcuni giorni di agonia, nel reparto di rianimazione dell’ospedale pediatrico Santobono di Napoli.

I fatti

La piccola era rimasta vittima di un grave incidente mentre stava giocando con un cuginetto davanti all’abitazione di alcuni parenti, nel Vallo di Diano: un cancello in ferro, del peso di circa 3 quintali, spinto da un cuginetto, aveva scarrellato dalla sua guida, travolgendola e schiacciandola. Iniziato nel 2013, il processo ha visto accusati il fabbro che ha costruito il cancello e i 5 proprietari dell’immobile. Tutti sono stati assolti con formula piena in quanto non vi è stata negligenza da parte di qualcuno dei coinvolti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimba schiacciata e uccisa da un cancello nel Vallo di Diano: assolti gli accusati

SalernoToday è in caricamento