menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Comitato provinciale per la pace e per il disarmo: l'iniziativa

I promotori: "Torniamo a sperare in un futuro diverso e con la prospettiva verso i beni comuni e verso una crescita equa, solidale e rispettosa dell'ambiente e della terra"

"I pareri negativi del governo sulle mozioni che chiedevano il disimpegno dell’Italia dal progetto F35 sono la prova provata che questo è davvero un governo di scopo. Solo che lo scopo è sempre lo stesso: una spesa militare smisurata e senza senso e sorda a qualsiasi richiamo alla drammatica realtà sociale ed economica in cui versano la stragrande maggioranza delle famiglie italiane e l’intero sistema paese", queste le parole dei promotori del neonato Comitato per la Pace Provinciale di Salerno.

"Si registra ogni giorno un apparato industriale sempre più in ginocchio, l’agonia del sistema educativo e formativo, le difficoltà degli Eell a garantire i servizi essenziali ai propri amministrati, l’emigrazione dei nostri giovani specie quelli con più preparazione scolastica, la messa in discussione dei diritti delle persone. Ieri è stato dato un colpo mortale alle pensioni dalla cosiddetta riforma Fornero solo per far fare cassa; oggi si riprende la litania, non solo di nuovo sulle pensioni, ma ancora sul mercato del lavoro con l’obiettivo di rendere l’occupazione ancora di più precaria -  dicono in coro dal comitato- Tutto ciò mentre tranquillamente registriamo notizie false e distorte pur di far passare un progetto che non porta nessun beneficio al nostro paese ma solo regali all’industria bellica internazionale e che ci costa tra acquisto, messa in funzione e manutenzione oltre 63 miliardi, senza contare le spese già deliberate e operative per nuovi armamenti per la marina militare".

Con l'intenzione di ritornare tra la gente e con la gente ri-iniziare il percorso "affinché in questo paese si possa sperare in un futuro diverso e con la prospettiva verso i beni comuni e verso una crescita equa, solidale e rispettosa dell’ambiente e della terra con la piena affermazione della ragione (e della cultura) e ispirazioni di pace sancite dalla nostra costituzione", dunque, nasce il comitato provinciale per la pace e per il disarmo che da settembre inizierà anche a lanciare le prime iniziative pubbliche. Info: Comitatosalernitanopace@gmail.com.

Di seguito, i componenti del comitato:

Angelo Orientale, impiegato;

Antonio Letteriello, precario;

Alfonso Gambardella, commercio equo e solidale;

Antonio Armenante, presidenza nazionale Pax Christi;

Paolo Battista, precario;

Filodemo Iannuzzelli, ingegnere;

Massimo Angrisano, collaboratore Filef;

Lucio Scola, sociologo;

Giacomo Battipaglia, medico legale;

Linda Celentano, ristoratrice;

Nello De Luca, insegnante;

Luigi Giannattasio, consulente;

Titti Santulli, impiegata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento