menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, la Provincia chiude i musei: uffici aperti solo per urgenze

Il presidente Strianese: "“Abbiamo provveduto all’attuazione della normativa nazionale e regionale per le tutte le nostre strutture museali chiuse al pubblico, ma anche per disciplinare l’accesso agli uffici dell’Ente"

Il presidente della Provincia di Salerno Michele Strianese, attraverso un’ordinanza, ha disposto fino al 3 aprile prossimo la chiusura al pubblico delle strutture museali provinciali e della biblioteca provinciale per prevenire la diffusione del Coronavirus. “Abbiamo provveduto all’attuazione della normativa nazionale e regionale – afferma il presidente della Provincia Michele Strianese – per le tutte le nostre strutture museali chiuse al pubblico, ma anche per disciplinare l’accesso agli uffici dell’Ente". 

Le nuove disposizioni

L’accesso al pubblico ai settori dell’Ente situati presso tutte le sedi è limitato a “richieste/procedure urgenti, indifferibili e/o previste da disposizioni normative, nei giorni di apertura al pubblico previo specifico appuntamento da richiedersi telefonicamente alle segreterie di settore i cui numeri telefonici sono disponibili sul portale dell’Ente (www.provincia.salerno.it)”. Inoltre, secondo la normativa vigente, i cittadini dovranno attendere il proprio turno al di fuori degli uffici, rispettando l’accesso scaglionato che prevede l’ingresso di massimo due persone per volta. “Ogni altra richiesta o presentazione di pratica non indifferibile o urgente deve essere prodotta unicamente per via telematica utilizzando il seguente indirizzo pec: archiviogenerale@pec.provincia.salerno.it”. Tutte le eventuali riunioni saranno svolte privilegiando la modalità telematica in collegamento da remoto; in caso di impossibilità, dovrà essere garantito comunque il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale. Lo stesso vale per le riunioni degli organi collegiali indifferibili ed urgenti (conferenze capigruppo, consigli provinciali) che dovranno rispettare la distanza di sicurezza interpersonale. Inoltre “per contemperare l’interesse alla salute pubblica con quello della continuità dell’azione amministrativa abbiamo privilegiato, dove possibili, modalità flessibili di svolgimento della prestazione lavorativa, recependo la normativa vigente che prevede la facilitazione del lavoro agile”. Con decreto 28/2020, su proposta del settore Presidenza e Affari Generali, diretto da Alfonso Ferraioli, è stato approvato il regolamento “Disposizioni temporanee per l’applicazione del lavoro agile in occasione dell’emergenza legata al rischio di contrazione del Coronavirus (COVID- 19)”.

Il commento di Strianese:

“La Provincia fa la sua parte in questo momento difficile per tutta Italia. È importante limitare al minimo i contatti interpersonali e seguire con attenzione le direttive che ci arrivano da Governo e Regione. Dobbiamo restare a casa e uniti, compatti nelle azioni di contrasto del contagio, perché tutti insieme ce la faremo. Sono fiducioso che nei prossimi quindici giorni otterremo risultati positivi, anche se nel frattempo dobbiamo fare qualche sacrificio. Seguiamo le indicazioni e ne usciremo presto”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

Salute

Moderna e Pfizer: ecco cosa cambia da lunedì

Salute

Open day per Pfizer a Roccadaspide e per Moderna a Cava: le date

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Festa per la promozione, il giovane Loris muore in un incidente

  • Sport

    Aya infiamma i social: "Torniamo a Salerno alle 14"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento