rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca Vibonati

Omicidio Giuseppe Novellino a Vibonati, fermato l'assassino

Il cadavere dell'uomo è stato rinvenuto in una scarpata, occultato da terriccio: nella notte fermato un 61enne che ha poi confessato l'omicidio, scaturito da dispute per confini di terreni

Ucciso per futili motivi, per piccoli dissidi legati a confini tra terreni: è morto così Giuseppe Novellino, pensionato di 71 anni, nativo di Vibonati ma residente a Torino. Il corpo dell'uomo è stato trovato ieri sera dai vigili del fuoco in località Gallari del comune di Vibonati. Secondo quanto si è appreso il corpo era in una scarpata, occultato da materiale di risulta e da terriccio e presentava sulla testa una vasta ferita. I carabinieri della compagnia di Sapri, agli ordini del capitano Emanuele Tamorri, hanno quindi avviato le indagini e nella notte hanno fermato un uomo, A. M., un 61enne del posto che, come riferito dalla compagnia carabinieri di Sapri, ha confessato di aver ucciso il 71enne proprio per dissidi legati a confini di terreni.

Un tragico epilogo quindi per la scomparsa di Giuseppe Novellino, denunciata nella serata di domenica scorsa da parte dei familiari. Novellino era nativo di Vibonati e risiedeva a Torino, dove sino a qualche tempo fa aveva lavorato come operaio. Possedeva comunque ancora un terreno a Vibonati ed ogni tanto vi faceva ritorno. Proseguono intanto le indagini: la magistratura ha disposto l'autopsia sul corpo dell'uomo.

 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Giuseppe Novellino a Vibonati, fermato l'assassino

SalernoToday è in caricamento