Nascondeva oltre 24 mile file con bimbi nel pc: 46enne condannato per pedopornografia

La sentenza che li condanna ad un anno e otto mesi di reclusione, senza sospensione della pena, è stata emessa dal Gup Indinnimeo del tribunale di Salerno

E’ arriva ieri la sentenza del gup Piero Indinnimeo del tribunale di Salerno nei confronti dell’uomo di 46 anni, G.L le sue iniziali, il quale, nei giorni scorsi, è stato trovato in possesso di oltre 24 mila file (fotografie e video) che ritraevano minorenni in posizioni erotiche oppure mentre facevano sesso. Il giudice dell’udienza preliminare, che non gli ha riconosciuto il reato di pornografia virtuale, lo ha condannato per pedopornografia ad un anno e otto mesi di reclusione, senza sospensione della pena, da scontare agli arresti domiciliari.

Il blitz

L’indagine è scaturita a seguito di una denuncia presentava da una donna, che sosteneva di essere stata molestata su Facebook con messaggi osceni, e i poliziotti hanno raggiunto l’abitazione dell’uomo per verificare, tramite i codici identificativi, se era davvero il suo il computer da cui erano partiti i messaggi molesti. Quando hanno attivato l’hard disk hanno però trovato ben altro, imbattendosi in un quantitativo immenso di file pedopornografici che hanno imposto il sequestro immediato del pc e l’apertura di un altro fascicolo penale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La strage del Covid-19: muore nella notte 33enne incinta, Nocera piange Veronica

  • In arrivo nubifragi in Campania: le previsioni meteo per Salerno e provincia

  • Beccato alla guida senza mascherina: multato conducente in autostrada

  • Ospedale di Scafati, parla un paziente Covid: "Miracoli fatti in Campania? Qui mancano i caschi"

  • Lutto a Buonabitacolo: muore a 35 anni l'Appuntato Scelto Luca Ferraiuolo

  • Decreto del 4 dicembre: che cosa succederà a Natale, le indiscrezioni

Torna su
SalernoToday è in caricamento